Basta protesi al seno, con le staminali due taglie in più

Rimodellare il seno - fino a due taglie in più - con le cellule staminali, senza ricorrere alle protesi: è la tecnica proposta dal chirurgo plastico Marco Moraci, ricercatore in scienze chirurgiche e biotecnologiche della Seconda università di Napoli. La tecnica prevede il prelievo di grasso dall'addome o dall' interno coscia, attraverso le classiche cannule da liposuzione. Il grasso, una volta estratto, viene lavorato in un macchinario che estrae le cellule staminali in alte concentrazioni. A questo punto le cellule staminali vengono riaddizionate ad altro grasso precedentemente estratto sempre dalla stessa paziente, e poi iniettate nel seno con delle piccole cannule da infiltrazione. "Il risultato di questa tecnica? Permette - spiega Moraci, che opera tra Londra e Napoli - di aumentare il seno sino a due taglie in più, non prevede tutti i rischi legati alle protesi mammarie.

Non comporta cicatrici, se non quelle di 5 mm dovute all' inserimento delle cannule. Il risultato è permanente e non prevede, a differenza delle protesi, altri interventi chirurgici futuri. L'intervento è effettuato in regime di day hospital, ed in anestesia locale; è relativamente indolore e comporta solo qualche livido e lieve gonfiore delle zone trattate". Questa tecnica può essere utilizzata anche per correggere asimmetrie congenite o asimmetrie presenti in seguito ad interventi chirurgici demolitivi della mammella. Le staminali possono essere impiegate anche nella ricostruzione del seno dopo un intervento di asportazione, totale o parziale, in seguito a un tumore, ma solo dopo 5 anni dall'esordio della malattia. "Il 5 maggio scorso si è tenuto a Houston un congresso mondiale di chirurgia plastica durante il quale l' American Society of Plastic Surgery e la Food and Drug Administration hanno riconosciuto la validità di tale tecnica e la sicurezza dei materiali utilizzati", ricorda Moraci.

09/06/2011 Visualizza l'Archivio Cronaca


rosy - 23/09/2011 10:03:33 staminali ma quanto costa farlo?
L'ERRORE

Al Comune di Teggiano pronosticano la data di morte di una cittadina sulla carta d'identità

LETTERATURA

"Party per non tornare" il romanzo collettivo di Gruppo Nove

IL VIDEO

L'Ateneo di Salerno diventa 'Happy'

LA PROTESTANO

Pompei: lavoratrici della casa di riposo Borrelli contro la privatizzazione

Coca nei generatori: il video della Guardia di Finanza

MERKEL A NAPOLI

Napoli: Merkel a spasso per Chiaia, sosta al Gambrinus

 

SPORT

Calcio: Udinese - Napoli 1-1

IL CASO

Da Castellammare la protesta dei residenti di Via De Gasperi: "Lavori fermi, siamo ostaggio di una recinzione tra topi e degrado. Nessuno ci ascolta" - VIDEO 

IL CASO

Castellammare, tornano le giostrine in villa comunale. E presto aree gioco anche nelle periferie - VIDEO

SCAVI

Il ministro Franceschini agli scavi di Pompei. Tre domus restaurate e apertura ai privati: "Convenzione in stile Ercolano" - VIDEO

L'INIZIATIVA

Il Sacro Ordine Militare Costantiniano approda a Castellammare. Impegno per il sociale e la cultura - L'INTERVISTA

COSTA DEL VESUVIO

Turismo, Irollo: "Fare sistema per il rilancio del territorio"

IL CASO

Abusivismo edilizio, Cantone: "Scelte chiare, no ad un condono che non decide niente"

CASTELLAMMARE

"Un calcio d'amore", il romanzo di Tonino Scala diventa un film. Ieri al via il casting - VIDEO

CASTELLAMMARE

Stanchi di immondizia e degrado, privati puliscono la strada di Quisisana

Dillo a Metropolis

LAVORO E CONCORSI

TECNOMANIA


Previsioni Meteo

CULTURA


GUSTO




Rubriche

Tecnomania

Hero, il phablet dual sim

Cultura

Bisi nella cattedrale degli illuminati. Un giornalista alla guida della massoneria

Gusto

"Infrarossi" Sanniti