Dietrofront della pornostar: «Non mi candido a sindaco di Torre del Greco»

TORRE DEL GRECO -

Il «sogno» di sfidare Pdl e Pd all’ombra del Vesuvio è durato solo 10 giorni, il tempo di incassare qualche «copertina» e di scatenare l’indignazione degli addetti ai lavori. Dieci giorni di gossip, insomma, prima dell’atteso e puntuale dietrofront: «Rinuncio alla candidatura a sindaco di Torre del Greco perché sono sola e piena di impegni personali», le parole con cui la pornostar Milly D’Abbraccio ha ufficializzato la rinuncia alla corsa alla poltrona da numero uno di palazzo Baronale. Parole che hanno, inevitabilmente, suscitato sorrisi e battute nella città del corallo. Dove la presenza dell’attrice hard era annunciata proprio in settimana. Invece, niente: Milly D’Abbraccio non solo non si è vista, ma non sarà nemmeno tra le aspiranti alla fascia tricolore della quarta città della Campania. «Non sono abituata a perdere le mie battaglie - la resa di Emilia Cucciniello, vero nome della sessantenne originaria di Avellino -. Quindi, sì alla politica , ma non adesso». Addio, dunque, alla suggestiva ipotesi di uno scontro all’ultimo voto tra la nota pornostar e il chirurgo plastico specializzato in vaginoplastica: «Ho avuto, inoltre, problemi tecnici di scadenza - prosegue Milly D’Abbraccio - per la presentazione della mia lista civica, Love Torre del Greco: sarà per la prossima volta». Una nuova promessa dopo la prima spettacolare «uscita» sulla candidatura a sindaco a cui, stavolta, non sembra credere proprio nessuno.

ALBERTO DORTUCCI
twitter @a_dortucci
Il «sogno» di sfidare Pdl e Pd all’ombra del Vesuvio è durato solo 10 giorni, il tempo di incassare qualche «copertina» e di scatenare l’indignazione degli addetti ai lavori. Dieci giorni di gossip, insomma, prima dell’atteso e puntuale dietrofront: «Rinuncio alla candidatura a sindaco di Torre del Greco perché sono sola e piena di impegni personali», le parole con cui la pornostar Milly D’Abbraccio ha ufficializzato la rinuncia alla corsa alla poltrona da numero uno di palazzo Baronale. Parole che hanno, inevitabilmente, suscitato sorrisi e battute nella città del corallo. Dove la presenza dell’attrice hard era annunciata proprio in settimana. Invece, niente: Milly D’Abbraccio non solo non si è vista, ma non sarà nemmeno tra le aspiranti alla fascia tricolore della quarta città della Campania. «Non sono abituata a perdere le mie battaglie - la resa di Emilia Cucciniello, vero nome della sessantenne originaria di Avellino -. Quindi, sì alla politica , ma non adesso». Addio, dunque, alla suggestiva ipotesi di uno scontro all’ultimo voto tra la nota pornostar e il chirurgo plastico specializzato in vaginoplastica: «Ho avuto, inoltre, problemi tecnici di scadenza - prosegue Milly D’Abbraccio - per la presentazione della mia lista civica, Love Torre del Greco: sarà per la prossima volta». Una nuova promessa dopo la prima spettacolare «uscita» sulla candidatura a sindaco a cui, stavolta, non sembra credere proprio nessuno.
ALBERTO DORTUCCI
twitter @a_dortucciIl «sogno» di sfidare Pdl e Pd all’ombra del Vesuvio è durato solo 10 giorni, il tempo di incassare qualche «copertina» e di scatenare l’indignazione degli addetti ai lavori. Dieci giorni di gossip, insomma, prima dell’atteso e puntuale dietrofront: «Rinuncio alla candidatura a sindaco di Torre del Greco perché sono sola e piena di impegni personali», le parole con cui la pornostar Milly D’Abbraccio ha ufficializzato la rinuncia alla corsa alla poltrona da numero uno di palazzo Baronale. Parole che hanno, inevitabilmente, suscitato sorrisi e battute nella città del corallo. Dove la presenza dell’attrice hard era annunciata proprio in settimana. Invece, niente: Milly D’Abbraccio non solo non si è vista, ma non sarà nemmeno tra le aspiranti alla fascia tricolore della quarta città della Campania. «Non sono abituata a perdere le mie battaglie - la resa di Emilia Cucciniello, vero nome della sessantenne originaria di Avellino -. Quindi, sì alla politica , ma non adesso». Addio, dunque, alla suggestiva ipotesi di uno scontro all’ultimo voto tra la nota pornostar e il chirurgo plastico specializzato in vaginoplastica: «Ho avuto, inoltre, problemi tecnici di scadenza - prosegue Milly D’Abbraccio - per la presentazione della mia lista civica, Love Torre del Greco: sarà per la prossima volta». Una nuova promessa dopo la prima spettacolare «uscita» sulla candidatura a sindaco a cui, stavolta, non sembra credere proprio nessuno.
ALBERTO DORTUCCI
twitter @a_dortucci
twitter @a_dortucciIl «sogno» di sfidare Pdl e Pd all’ombra del Vesuvio è durato solo 10 giorni, il tempo di incassare qualche «copertina» e di scatenare l’indignazione degli addetti ai lavori. Dieci giorni di gossip, insomma, prima dell’atteso e puntuale dietrofront: «Rinuncio alla candidatura a sindaco di Torre del Greco perché sono sola e piena di impegni personali», le parole con cui la pornostar Milly D’Abbraccio ha ufficializzato la rinuncia alla corsa alla poltrona da numero uno di palazzo Baronale. Parole che hanno, inevitabilmente, suscitato sorrisi e battute nella città del corallo. Dove la presenza dell’attrice hard era annunciata proprio in settimana. Invece, niente: Milly D’Abbraccio non solo non si è vista, ma non sarà nemmeno tra le aspiranti alla fascia tricolore della quarta città della Campania. «Non sono abituata a perdere le mie battaglie - la resa di Emilia Cucciniello, vero nome della sessantenne originaria di Avellino -. Quindi, sì alla politica , ma non adesso». Addio, dunque, alla suggestiva ipotesi di uno scontro all’ultimo voto tra la nota pornostar e il chirurgo plastico specializzato in vaginoplastica: «Ho avuto, inoltre, problemi tecnici di scadenza - prosegue Milly D’Abbraccio - per la presentazione della mia lista civica, Love Torre del Greco: sarà per la prossima volta». Una nuova promessa dopo la prima spettacolare «uscita» sulla candidatura a sindaco a cui, stavolta, non sembra credere proprio nessuno.
ALBERTO DORTUCCI
twitter @a_dortucci
15/03/2012 Visualizza l'Archivio Cronaca


d - 16/03/2012 12:48:42 cara Milly penso che se facevi campagna elettorale con 50 distinte ragazze, vincevi di sicuro le elezioni. A Torre c'è una brutta aria, per via della Deiulemar, della crisi e di alcuni pseudo politici che a breve si ricandidano..... Sei ancora in tempo!!!!!!
giuseppe - 17/03/2012 08:53:50 tienilo duro milli perche rinunci milli,,,propio te che di sicuro meglio di te nessun poteva tenere l,asta del nostro tricolore in mano ,,peccato
SARCOZI' - 17/03/2012 21:28:33 MILLY LA RINUNCIATARIA Milly non ti crucciare. Il lavoro non ti mancherà di sicuro. Mancherai invece ai malaticci,nipoti degli stessi che allora votarono la tua degna collega Cicciolina che,seduta sul paracarro,gli disse "Tu non c'entri".
la torre - 20/03/2012 00:15:50 meglio così mettere alla guida di un città una pornostar, mi sembra il colmo,ci vuole gente che sa il fatto suo, sai che casino ne sarebbe venuto fuori.....a a pazziell mman e criatur..ma và và
io - 20/03/2012 11:46:02 a pazziell Caro meglio così, come dici tu a pazziell man e criatur, non è un detto giusto perchè a pazziell , come da te precedentemente detto, gia sta in mano e criatur.......... si vede che di politica nn capisci un caxxx!!!!
L'INIZIATIVA

Il Sacro Ordine Militare Costantiniano approda a Castellammare. Impegno per il sociale e la cultura - L'INTERVISTA

COSTA DEL VESUVIO

Turismo, Irollo: "Fare sistema per il rilancio del territorio"

IL CASO

Abusivismo edilizio, Cantone: "Scelte chiare, no ad un condono che non decide niente"

CASTELLAMMARE

"Un calcio d'amore", il romanzo di Tonino Scala diventa un film. Ieri al via il casting - VIDEO

CASTELLAMMARE

Stanchi di immondizia e degrado, privati puliscono la strada di Quisisana

L'INIZIATIVA

Torte per il contest: "I love Ottaviano"

Scavi di Pompei

Visita a sopresa della Merkel agli Scavi di Pompei

AMBIENTE

Rivo San Marco, l'impegno di Fratelli d'Italia Giovani. Martedì dibattito al Miramare  - VIDEO

INFILTRAZIONI CAMORRISTICHE

Antimafia, Claudio Fava a Gragnano: "La politica va bonificata" - VIDEO

GIOVANI

Gragnano, parlano i giovani: "La città non ci offre niente, il nostro futuro sarà fuori" - VIDEO

CASTELLAMMARE

Niente stipendio, protesta al depuratore: VIDEO

 

CASTELLAMMARE

Pannullo (Pd): "Castellammare ferma nell'immobilismo ed ora perde anche il giudice di pace"

CASTELLAMMARE

L'appello dei lavoratori socio sanitari: chiedono alla Regione di essere reintegrati - VIDEO

CASTELLAMMARE

Acqua pubblica, Città Viva chiede un consiglio comunale monotematico

DRAMMA LAVORO

Micron: dopo eBay impiegati in vendita su manifesti

Dillo a Metropolis

LAVORO E CONCORSI

TECNOMANIA


Previsioni Meteo

CULTURA


GUSTO




Rubriche

Tecnomania

Z1 Compact, esperimento riuscito

Cultura

Bisi nella cattedrale degli illuminati. Un giornalista alla guida della massoneria

Gusto

Fantasia di carciofi a Schito