Fiat, siglato l'accordo con i sindacati. E a Pomigliano inizia a "girare" la Panda

È stato firmato, all'Unione Industriale di Torino, l'accordo per il nuovo contratto di lavoro degli 86.200 lavoratori del gruppo Fiat. L'intesa è stata raggiunta dall'azienda con Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Capi e Quadri Fiat. L'accordo raggiunto oggi ricalca il contratto collettivo di lavoro del 29 dicembre 2010 applicato a Pomigliano. Tra le principali novità ci sono la maggiorazione dal 50% al 60% dello straordinario al sabato e l'aggiunta ai cinque scatti di anzianità biennali di un sesto scatto quadriennale. Per il 2012 i lavoratori riceveranno un premio straordinario come voluto dai sindacati, pari a 600 euro che verrà pagato a luglio. A regime si lavorerà su 18 turni (3 al giorno su 6 giorni), con una settimana di 6 giorni lavorativi e la succsssiva di 4 giorni, l'azienda potrà chiedere di lavorare al sabato e fino a 120 ore di straordinario (80 in più di quelli attuali). Sono previste anche la riduzione delle pause da 40 a 30 minuti con la monetizzazione in busta paga dei 10 minuti tagliati, norme per contenere l'assenteismo, la clausola di responsabilità in base alla quale chi non rispetta gli accordi verrà sanzionato in termini di contributi e permessi sindacali. Non ci saranno più le rsu, ma le rsa (rappresentanti sindacali aziendali) che verranno nominate dalle organizzazioni sindacali firmatarie del contratto sulla base di quanto previsto dall'articolo 19 dello Statuto dei Lavoratori. In questo modo la Fiom, non avendo firmato, resterà fuori dalle fabbriche.
 

Pomigliano, via alle nuove Panda
Sono partite le prime Panda con a bordo i giornalisti giunti a Pomigliano per la presentazione della nuova utilitaria della Fip, la newco Fiat. Le vetture, all'incirca una cinquantina, hanno lasciato lo stabilimento per dirigersi verso Napoli. Intanto ingressi blindati e presidio agli svincoli della strada statale 162 che porta al Giambattista vico, dove iscritti dello Slai Cobas e della Fiom stanno manifestando contro il piano "Marchionne" in occasione della prima della tre giorni di presentazione alla stampa della nuova panda. Carabinieri, polizia e vigili urbani hanno impedito l'accesso ai manifestanti, che si sono posizionati, con bandiere e striscioni, davanti al varco principale dello stabilimento automobilistico.

13/12/2011 Visualizza l'Archivio Cronaca

OPERAIO DELUSO - 13/12/2011 23:06:57 VERGOGNA FIAT FANNO BENISSIMO A PROTESTARE VORREI SAPERE SE LE ALTRE SIGLE SINDACALI SANNO QUELLO CHE STA ACCADENDO A POMIGLIANO!!! STANNO FACENDO FARE GLI STRAORDINARI AI CORSISTI E AI FIRMATARI SENZA RETRIBUIRLI!!! MARCHIONNE SEI UN GRANDE, BRAVO!!! TI SEI COMPRATO ANCHE LO STATO SE ANCHE LA FIAT INCOMINCIA A LAVORARE A NERO E DAVVERO LA FINE!!!
L'APPELLO

La mamma di Ciro Esposito: «Vorrei vedere napoletani e romanisti insieme al San Paolo»

SERIE B

Bari-Avellino: scattano 11 Daspo

SERIE A

Napoli, non basta un super Callejon con l'Inter è solo 2-2

LEGA PRO

La Juve Stabia sbatte sul palo, pari con il Lecce

ECCELLENZA

Cinquina Turris, San Giorgio annientato

LEGA PRO

Casertana seconda dopo la vittoria sul Barletta

ECCELLENZA

San Giorgio-Turris a settori invertiti

ECCELLENZA

Tris di acquisti per il Portici

DERBY DELLA VERGOGNA

Salernitana-Nocerina: respinto il ricorso di Fontana

SERIE D

Cavese, Russo nuovo direttore generale


LAVORO E CONCORSI

TECNOMANIA


Previsioni Meteo

CULTURA


GUSTO




Rubriche

Tecnomania

Mediapad X1, la rivincita del phablet

Cultura

Dal 20 al 26 ottobre a Napoli torna "MilleunaCina

Gusto

Coldiretti: «Troppi tarocchi, solo l’Unesco può salvare...

Ditelo A Metropolis

Figli e figliastri anche sull'Alibus