Grande Fratello, la crisi del 12esimo anno: non bastano più le tette

Seni, fondoschiena e docce hot: ormai la formula del Grande Fratello non «tira» più. Gli ascolti sono vertiginosamente in calo e ogni giorno si tenta di studiare qualche «mossa» giusta per rissollevarne le sorti. Insomma, i tempi di Taricone, dei palestrati e delle maggiorate, sembra lontano anni luce e l’edizione12, nonostante le immagini sexy «in onda» già da subito, è a rischio-flop dopo appena pochi giorni di programmazione. La verità è che la formula è in esaurimento e che i personaggi spediti nella Casa non sono all’altezza di uno spettacolo che dovrebbe catalizzare un pubblico trasversale.

Non c’è attesa, non c’è carisma.

Il testo continua dopo l'immagine.
Nel bene e nel male, si tratta di intere serate viste e riviste, e persino le tette che spuntano dalla schiuma della vasca da bagno, o dalle canotte dalle scollature generose servono a catalizzare attenzione e spettatori. Il 17,28% di share, in ogni caso, preoccupa, al punto da arrivare a parlare di crisi.

A difesa del programma è sceso in campo Signorini, storico opinionista della trasmissione. Secondo lui «andrà per il verso giusto», ma «bisogna dare al Grande Fratello il tempo di crescere. Siamo appena alla seconda puntata: non sono ancora scoppiate le dinamiche che consentono al reality di decollare. Aspettiamo prima di darlo per morto e recitare il de profundis».
 

04/11/2011 Visualizza l'Archivio Cronaca

Massimo - 04/11/2011 17:18:24 che schifo di programma Cara Signorini...vai a farti f... tu e questo programma di m...!
torre annunziata - 04/11/2011 18:11:59 x grande fratello andate a lavorare che di tette da vedere ce ne sono dapertutto.e fate vedere quelle della marcuzzi
Stefano - 05/11/2011 12:01:29 Mai visto Sono orgoglioso di non avere mai seguito questa porcheria assoluta!
davide - 05/11/2011 18:03:17 fate bene signori Ragazzi fate bene che quello che si conquista con ............. non si conquista a lavorare fate di peggio e divertitevi che sicuramente sarete famosi all'uscita....okkkkkkkkkkkk
momaaaa - 06/11/2011 22:02:58 siete diventati ridicoli!!! è uno show tutto organizzato x questo la gente è stufa di vedere sempre le solite porcherieeeee!!!
marco - 08/11/2011 14:01:59 grande fratello sei diventato ridicolo vorrei sapere dove posso vedere i risultati del televoto, perche' non ci credo al televoto.
a PE' - 08/11/2011 15:55:48 strani Io dico che questo programma e' una grandissima stupidaggine,quindi per me lo potrebbero anche toglierlo di mezzo
hit - 11/11/2011 01:40:27 il terzo mondo anziche; di sprecare i soldi con questo programma perche non fate una colletta che sta gente che ha fame.......... e non solo.........
EUROPA LEAGUE

Napoli, missione compiuta, è già fra le prime 16 Europa League

Il Napoli soffre e passa: basta lo 0-0 contro lo Sparta Praga 

LEGA PRO

SALERNITANA | Testa al campionato: granata fuori dalla Coppa

COPPA ITALIA

Juve Stabia avanti dal dischetto, Matera ko 

L'OPINIONE

Napoli, l'Europa per cancellare l'amarezza di Cagliari (di Valter De Maggio)

ECCELLENZA

TURRIS | «Vincere per i diffidati», il post del patron nel mirino dei carabinieri

LEGA PRO

Casertana, Campilongo si presenta: "Ho sempre portato rispetto per questi colori"

SERIE A

Napoli-Fiorentina, a caccia del sostituto di Insigne e Rossi: è battaglia per Giovinco

ECCELLENZA

Turris, lo sfogo di Giugliano contro i calciatori. Un messaggio che scredita anche Vitaglione

LEGA PRO

Casertana, Lombardi spiega l'esonero di Gregucci: "Era necessario dare una scossa alla squadra"


LAVORO E CONCORSI

TECNOMANIA

INDISTRUTTIBILI O QUASI...
Nell'universo degli smartphone

Previsioni Meteo

CULTURA

WEEK-END DI MUSICA LIVE
LO SPETTACOLO
RACCONTI IN RADIO
DIO AVEVA BISOGNO DI MOZART
El Pandero al Theatre

GUSTO

IL DEBUTTO DEL COLLIO
Birra e panini d'autore a Volla
LA PIZZA DEL SABATO SERA

METRO MUSIC

CONCERTI

INTERVENTI




Rubriche

Tecnomania

T800, il tablet per condizioni estreme

Cultura

Da Scafati a Castellammare, fino a Torre: dove ascoltare la musica migliore

Gusto

Arriva il «Collio», un tour in otto città