ULTIME NEWS

Maxi rissa per l’eredità: calci e pugni tra parenti davanti a un orto-frutta, sette arresti


	Maxi rissa per l’eredità: calci e pugni tra parenti davanti a un orto-frutta, sette arresti
ARZANO -

Arzano. E’ finita con sette arresti eseguiti dai carabinieri una rissa per motivi eredità scoppiata poco prima delle 13 ad Arzano tra i componenti di una famiglia.    
I miltari della radiomobile di Casoria sono intervenuti nei pressi di una rivendita di frutta ed ortaggi sulla Circumvallazione esterna gestita da Ernesto Iavazzo, 42 anni, già denunciato in passato, che era stato aggredito insieme al figlio, Nicola, 20 anni, anche lui con denunce a carico, da altri familiari per motivi legati all’ eredità lasciata dal padre. Gli aggressori sono stati identificati per: Domenico Auriemma, 49 anni, residente ad Afragola, cognato di Ernesto Iavazzo; Maria Iavazzo, 45,sorella di Ernesto, Vincenzo Granato, 44,residente a Sarno, cognato di Enresto Iavazzo, Carmela e Loredana Iavazzo, di 38 e 33 anni, sorelle di Ernesto.

(Il testo continua dopo l'immagine.)

Tutti gli arrestati sono stati già denunciati in passato per altri reati.  
Dopo essersi allontanati gli aggressori sono ritornati nella rivendita di frutta e e verdura ed Auriemma ha scagliato un pannello di truciolato in testa a Nicola Iavazzo, scatenando un parapiglia. I sette hanno cominciato a colpirsi a calci e pugni spintonando anche i militari intervenuti.    Solo grazie all’intervento di altre auto i carabinieri sono riusciti a sedare la rissa e a bloccare i sette.    
Due dei litiganti: Ernesto Iavazzo e  Maria Iavazzo hanno riportato lievi lesioni guaribili in 2 e un giorno. I sette sono stati trasferiti agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.



Commenti

06/02/2016 03:36:50
Metropolis Quotidiano Napoli
06/02/2016 03:36:50