San Gennaro, spunta una seconda ampolla con dentro il sangue

E’ stata ritrovata una decina d'anni fa nell'eremo dei Camaldoli

NAPOLI -

Nella infinita querelle tra fede e scienza che da secoli si dipana sul miracolo di San Gennaro spunta una seconda ampolla, simile a quella del prodigio, che è stata aperta e analizzata da un biologo molecolare dell'università Federico II, Giuseppe Geraci. In questa reliquia bis - che non è stato possibile datare né classificare - è stata trovata una sostanza che è passata dallo stato solido a quello liquido, e che si è rivelata essere sangue. La ricerca di Geraci sarà presentata questo pomeriggio a Napoli. L'ampolla bis è stata ritrovata una decina d'anni fa nell'eremo dei Camaldoli, ed i superiori dell'istituto l'hanno affidata ai responsabili della Cappella del Tesoro di San Gennaro: questi ultimi hanno voluto offrirla a Geraci, che da tempo è interessato alla questione San Gennaro.

Poiché
non è possibile analizzare il reperto originale (l'ampolla e il suo contenuto potrebbero essere irrimediabilmente danneggiati) il biologo ha aperto la seconda ampolla: il liquido rossastro contenuto all'interno si è solidificato a contatto con l'aria, ed è poi ridiventato liquido sottraendo calcio e scuotendo il campione. Successive analisi hanno confermato che si trattava di sangue umano. Si tratta comunque di manifestazioni diverse da quelle del miracolo "originale": il prodigio della liquefazione del sangue del patrono infatti non si verifica a contatto con l'aria, ed a volte giorni e giorni di scuotimento delle ampolle non sono bastati a provocare la liquefazione. Il lavoro di Geraci è stato comunque commentato con interesse, secondo quanto riporta Il Mattino, da un portavoce della Curia partenopea.

05/02/2010 Visualizza l'Archivio Cronaca


L'INIZIATIVA

Il Sacro Ordine Militare Costantiniano approda a Castellammare. Impegno per il sociale e la cultura - L'INTERVISTA

COSTA DEL VESUVIO

Turismo, Irollo: "Fare sistema per il rilancio del territorio"

IL CASO

Abusivismo edilizio, Cantone: "Scelte chiare, no ad un condono che non decide niente"

CASTELLAMMARE

"Un calcio d'amore", il romanzo di Tonino Scala diventa un film. Ieri al via il casting - VIDEO

CASTELLAMMARE

Stanchi di immondizia e degrado, privati puliscono la strada di Quisisana

L'INIZIATIVA

Torte per il contest: "I love Ottaviano"

Scavi di Pompei

Visita a sopresa della Merkel agli Scavi di Pompei

AMBIENTE

Rivo San Marco, l'impegno di Fratelli d'Italia Giovani. Martedì dibattito al Miramare  - VIDEO

INFILTRAZIONI CAMORRISTICHE

Antimafia, Claudio Fava a Gragnano: "La politica va bonificata" - VIDEO

GIOVANI

Gragnano, parlano i giovani: "La città non ci offre niente, il nostro futuro sarà fuori" - VIDEO

CASTELLAMMARE

Niente stipendio, protesta al depuratore: VIDEO

 

CASTELLAMMARE

Pannullo (Pd): "Castellammare ferma nell'immobilismo ed ora perde anche il giudice di pace"

CASTELLAMMARE

L'appello dei lavoratori socio sanitari: chiedono alla Regione di essere reintegrati - VIDEO

CASTELLAMMARE

Acqua pubblica, Città Viva chiede un consiglio comunale monotematico

DRAMMA LAVORO

Micron: dopo eBay impiegati in vendita su manifesti

Dillo a Metropolis

LAVORO E CONCORSI

TECNOMANIA


Previsioni Meteo

CULTURA


GUSTO




Rubriche

Tecnomania

Z1 Compact, esperimento riuscito

Cultura

Bisi nella cattedrale degli illuminati. Un giornalista alla guida della massoneria

Gusto

Fantasia di carciofi a Schito