Crollo scavi, in atto un sopralluogo a Pompei. Stella: "Un mostro di cemento nella città antica"

dall'archivio storico di Metropolis

Un sopralluogo per verificare quanto accade, o meglio quanto non accade, all’interno degli scavi di Pompei. In queste ore, infatti, l’ex presidente del Consiglio Superiore dei Beni culturali, Salvatore Settis, accompagnato dal giornalista e scrittore Gianantonio Stella, autore di un libro su Pompei, “L’assalto alle bellezze d’Italia”, stanno effettuando una visita nell’area archeologica per rendersi conto di quello che è avvenuto negli ultimi anni ad oggi. 

“Un vero e proprio mostro di cemento”, ha sottolineato Stella, riferendosi agli ultimi interventi di restyling che hanno interessato il Teatro Grande. “Lavori con tecniche moderne che hanno guastato l’architettura dell’opera”.

E il motivo del sopralluogo di questa mattina serve proprio per effettuare delle verifiche dettagliate su quanto avvenuto negli ultimi anni. E anche su quanto non avvenuto finora per il rilancio del sito archeologico, considerato che l’Unione Europea ha stanziato 105 milioni di euro per il recupero dell’intera area ma, ad oggi, non si è fatto nulla. Dal crollo della Schola Armaturarum, avvenuto il 6 novembre del 2010, ci sono state tante passerelle: tre ministri, diversi sottosegretari, ma gli scavi di Pompei continuano a crollare.

ROBERTO MAZZA

20-03-2012 10:50:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso