San Vitaliano: abusi e cibi avariati, sigilli al club degli scambisti

dall'archivio storico di Metropolis

“Concedetevi un pizzico di peccato”, uno slogan allusivo che apre un mondo di trasgressione. E’ quello scelto dal “Glamour” un locale di San Vitaliano, in via Strada Provinciale per Nola n°77, da sempre dedicato al “sesso libero” e allo scambio di coppia che l’altra notte però ha fatto vivere qualche momento di imbarazzo ai suoi tanti soci. La struttura è stata sequestrata dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Nola (coordinati dal comandante, il capitano Andrea Massari) per una serie di infrazioni di tipo amministrativo e sanitario. In particolare i militari hanno riscontrato degli abusi edilizi relativi al nuovissimo parcheggio realizzato di fianco al locale, la violazione della normativa igienico sanitaria riguardante la manipolazione degli alimenti e al cattivo stato in cui questi erano conservati. Violazioni che hanno portato alla denuncia, in stato di libertà, del proprietario G.S., un 40enne di Napoli. Ieri era una delle serata “calde”, all’arrivo degli uomini dell’Arma, intorno a mezzanotte, erano almeno cento le persone presenti e che sono state identificate, per la maggior parte coppie provenienti da Napoli e provincia, ma molti erano arrivati anche da più lontano: Puglia, Basilicata, Calabria e dal Lazio. Stimati professionisti tra gli avventori, molti dei quali noti soprattutto nell’area nolana. Tutte le camere di cui dispone il “Glamour” al momento dei controlli erano occupate (e secondo il regolamento del locale vi si accede solo in un numero minimo di tre persone) mentre altri avventori erano in un ampio salone a bere ad assistere ad uno spettacolo di lap dance. I carabinieri sono arrivati nel locale di San Vitaliano perché insospettiti dal numero, sempre in aumento, di vetture in sosta lungo la strada, uno dei motivi che aveva spinto il proprietario a far realizzare, senza le regolari autorizzazioni, il nuovo parcheggio.
La struttura è la sede di un’associazione culturale e per poter frequentare il locale (un ampio edificio sviluppato su un solo livello con una superficie di circa 500 metri quadrati) bisogna essere soci, così come sono risultati poi dopo i controlli tutte le persone presenti al momento del “blitz”. Un club privè che su Facebook conta oltre 800 “amici” e che spiega bene qual è la sua filosofia nella “netiquette” del suo sito web. “Il Club è rivolto ad un pubblico adulto che desidera vivere la propria sessualità liberamente”, si legge, “La nostra associazione è promotrice del sesso libero.... da ogni vincolo, per lasciarsi travolgere da fantasie ed emozioni in cui il sesso è un gioco sempre più intrigante e seducente. La prenotazione è obbligatoria per i soci singoli. E’ vietato detenere e fare uso di qualunque tipo di droga. E per essere chiari su un punto, l’unico che potrebbe creare seri problemi con la legge, e cioè lo sfruttamento della prostituzione aggiungono: “I nostri soci devono sapere che qui non troveranno sesso a pagamento per cui ogni rapporto, all’interno dei locali, dovrà avvenire nel libero consenso ed in comune libera intesa, in linea con la filosofia scambista”.  Era prevista una serata dedicata esclusivamente alle coppie, il mercoledì a venti euro mentre per i singoli era obbligatoria la prenotazione. Al “Glamour” era possibile trovare stanze a tema, Cleopatra, la Jungla; quella delle “torture” con gogna e catene. Una beauty farm con enorme vasca idromassaggio, l’area ristorante e discoteca. Insomma un vero paradiso della trasgressione. E pensare che quella di ieri era un sabato sera, una di quelle in cui al “Glamour” si organizzavano eventi a tema con tante sorprese e sorpresi saranno rimasti, oltre che molto delusi, i tanti avventori che arrivati a San Vitaliano hanno trovato i cancelli del loro locale preferito sbarrati.

GABRIELLA BELLINI

07-11-2010 05:20:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso