Dietrofront della pornostar: «Non mi candido a sindaco di Torre del Greco»

dall'archivio storico di Metropolis

Il «sogno» di sfidare Pdl e Pd all’ombra del Vesuvio è durato solo 10 giorni, il tempo di incassare qualche «copertina» e di scatenare l’indignazione degli addetti ai lavori. Dieci giorni di gossip, insomma, prima dell’atteso e puntuale dietrofront: «Rinuncio alla candidatura a sindaco di Torre del Greco perché sono sola e piena di impegni personali», le parole con cui la pornostar Milly D’Abbraccio ha ufficializzato la rinuncia alla corsa alla poltrona da numero uno di palazzo Baronale. Parole che hanno, inevitabilmente, suscitato sorrisi e battute nella città del corallo. Dove la presenza dell’attrice hard era annunciata proprio in settimana. Invece, niente: Milly D’Abbraccio non solo non si è vista, ma non sarà nemmeno tra le aspiranti alla fascia tricolore della quarta città della Campania. «Non sono abituata a perdere le mie battaglie - la resa di Emilia Cucciniello, vero nome della sessantenne originaria di Avellino -. Quindi, sì alla politica , ma non adesso». Addio, dunque, alla suggestiva ipotesi di uno scontro all’ultimo voto tra la nota pornostar e il chirurgo plastico specializzato in vaginoplastica: «Ho avuto, inoltre, problemi tecnici di scadenza - prosegue Milly D’Abbraccio - per la presentazione della mia lista civica, Love Torre del Greco: sarà per la prossima volta». Una nuova promessa dopo la prima spettacolare «uscita» sulla candidatura a sindaco a cui, stavolta, non sembra credere proprio nessuno.

ALBERTO DORTUCCI twitter @a_dortucci Il «sogno» di sfidare Pdl e Pd all’ombra del Vesuvio è durato solo 10 giorni, il tempo di incassare qualche «copertina» e di scatenare l’indignazione degli addetti ai lavori. Dieci giorni di gossip, insomma, prima dell’atteso e puntuale dietrofront: «Rinuncio alla candidatura a sindaco di Torre del Greco perché sono sola e piena di impegni personali», le parole con cui la pornostar Milly D’Abbraccio ha ufficializzato la rinuncia alla corsa alla poltrona da numero uno di palazzo Baronale. Parole che hanno, inevitabilmente, suscitato sorrisi e battute nella città del corallo. Dove la presenza dell’attrice hard era annunciata proprio in settimana. Invece, niente: Milly D’Abbraccio non solo non si è vista, ma non sarà nemmeno tra le aspiranti alla fascia tricolore della quarta città della Campania. «Non sono abituata a perdere le mie battaglie - la resa di Emilia Cucciniello, vero nome della sessantenne originaria di Avellino -. Quindi, sì alla politica , ma non adesso». Addio, dunque, alla suggestiva ipotesi di uno scontro all’ultimo voto tra la nota pornostar e il chirurgo plastico specializzato in vaginoplastica: «Ho avuto, inoltre, problemi tecnici di scadenza - prosegue Milly D’Abbraccio - per la presentazione della mia lista civica, Love Torre del Greco: sarà per la prossima volta». Una nuova promessa dopo la prima spettacolare «uscita» sulla candidatura a sindaco a cui, stavolta, non sembra credere proprio nessuno. ALBERTO DORTUCCI twitter @a_dortucciIl «sogno» di sfidare Pdl e Pd all’ombra del Vesuvio è durato solo 10 giorni, il tempo di incassare qualche «copertina» e di scatenare l’indignazione degli addetti ai lavori. Dieci giorni di gossip, insomma, prima dell’atteso e puntuale dietrofront: «Rinuncio alla candidatura a sindaco di Torre del Greco perché sono sola e piena di impegni personali», le parole con cui la pornostar Milly D’Abbraccio ha ufficializzato la rinuncia alla corsa alla poltrona da numero uno di palazzo Baronale. Parole che hanno, inevitabilmente, suscitato sorrisi e battute nella città del corallo. Dove la presenza dell’attrice hard era annunciata proprio in settimana. Invece, niente: Milly D’Abbraccio non solo non si è vista, ma non sarà nemmeno tra le aspiranti alla fascia tricolore della quarta città della Campania. «Non sono abituata a perdere le mie battaglie - la resa di Emilia Cucciniello, vero nome della sessantenne originaria di Avellino -. Quindi, sì alla politica , ma non adesso». Addio, dunque, alla suggestiva ipotesi di uno scontro all’ultimo voto tra la nota pornostar e il chirurgo plastico specializzato in vaginoplastica: «Ho avuto, inoltre, problemi tecnici di scadenza - prosegue Milly D’Abbraccio - per la presentazione della mia lista civica, Love Torre del Greco: sarà per la prossima volta». Una nuova promessa dopo la prima spettacolare «uscita» sulla candidatura a sindaco a cui, stavolta, non sembra credere proprio nessuno. ALBERTO DORTUCCI twitter @a_dortucci twitter @a_dortucciIl «sogno» di sfidare Pdl e Pd all’ombra del Vesuvio è durato solo 10 giorni, il tempo di incassare qualche «copertina» e di scatenare l’indignazione degli addetti ai lavori. Dieci giorni di gossip, insomma, prima dell’atteso e puntuale dietrofront: «Rinuncio alla candidatura a sindaco di Torre del Greco perché sono sola e piena di impegni personali», le parole con cui la pornostar Milly D’Abbraccio ha ufficializzato la rinuncia alla corsa alla poltrona da numero uno di palazzo Baronale. Parole che hanno, inevitabilmente, suscitato sorrisi e battute nella città del corallo. Dove la presenza dell’attrice hard era annunciata proprio in settimana. Invece, niente: Milly D’Abbraccio non solo non si è vista, ma non sarà nemmeno tra le aspiranti alla fascia tricolore della quarta città della Campania. «Non sono abituata a perdere le mie battaglie - la resa di Emilia Cucciniello, vero nome della sessantenne originaria di Avellino -. Quindi, sì alla politica , ma non adesso». Addio, dunque, alla suggestiva ipotesi di uno scontro all’ultimo voto tra la nota pornostar e il chirurgo plastico specializzato in vaginoplastica: «Ho avuto, inoltre, problemi tecnici di scadenza - prosegue Milly D’Abbraccio - per la presentazione della mia lista civica, Love Torre del Greco: sarà per la prossima volta». Una nuova promessa dopo la prima spettacolare «uscita» sulla candidatura a sindaco a cui, stavolta, non sembra credere proprio nessuno. ALBERTO DORTUCCI twitter @a_dortucci

15-03-2012 10:01:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA