Il business delle piantagioni di droga: arrestate 16 persone tra Castellammare e Casola. Nella rete anche Mario Cuomo

di ALESSANDRA STAIANO

Coltivata anche ad Eboli e spacciata in quantità industriali nei comuni dei monti Lattari: Casola, Gragnano e Lettere in testa. Trenta chili venduti ogni due settimane. Era l’hashish auto-prodotta e venduta dall’organizzazione sgominata stamattina dai carabinieri della Compagnia di Castellammare, al termine di un’inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata. Sedici persone arrestate con l’accusa di concorso in produzione, detenzione e traffico di sostanze stupefacenti: otto in carcere, altri otto ai domiciliari. In tre sono stati sottoposti all’obbligo di firma.

Tra i capi dell’organizzazione spiccano i nomi di Antonino Di Lorenzo, 48 anni e Ciro Orazzo 50 anni, entrambi di Casola, e di Adriano Sabatino 37enne originario di Torre del Greco e residente ad Eboli. Sarebbe stato lui a gestire la coltivazione nelle zone demaniali di Campolongo, nel comune del salernitano. Lì, il 10 settembre 2010, ci fu il maxi sequestro di tre tonnellate di piante di marijuana.
Ma soprattutto tra i nomi degli indagati c’è quello di Mario Cuomo di Casola, ‘o caniello, il pregiudicato ucciso il 6 agosto scorso sui campi di calcetto a Gragnano. Lui uno dei principali organizzatori del traffico, ma non è ancora chiaro se il suo omicidio sia legato a questioni di droga.
Gli arrestati sono tutti di Casola, Gragnano e Lettere, tranne Alberto Lubrino 32 anni del Penniniello di Torre Annunziata.

Notevolissima l’attività di indagine svolta tra il marzo 2010 e il giugno 2011: ottomila conversazioni intercettate su 24 utenze telefoniche, 200 episodi di spaccio ricostruiti dai carabinieri, numerosissimi assuntori segnalati alla Prefettura. Ricostruito, insomma, l’intero processo di produzione e commercializzazione della droga sui Lattari.

i.

20/11/2012
Visualizza l'Archivio Cronaca


MERKEL A NAPOLI

Napoli: Merkel a spasso per Chiaia, sosta al Gambrinus

 

SPORT

Calcio: Udinese - Napoli 1-1

IL CASO

Da Castellammare la protesta dei residenti di Via De Gasperi: "Lavori fermi, siamo ostaggio di una recinzione tra topi e degrado. Nessuno ci ascolta" - VIDEO 

IL CASO

Castellammare, tornano le giostrine in villa comunale. E presto aree gioco anche nelle periferie - VIDEO

SCAVI

Il ministro Franceschini agli scavi di Pompei. Tre domus restaurate e apertura ai privati: "Convenzione in stile Ercolano" - VIDEO

L'INIZIATIVA

Il Sacro Ordine Militare Costantiniano approda a Castellammare. Impegno per il sociale e la cultura - L'INTERVISTA

COSTA DEL VESUVIO

Turismo, Irollo: "Fare sistema per il rilancio del territorio"

IL CASO

Abusivismo edilizio, Cantone: "Scelte chiare, no ad un condono che non decide niente"

CASTELLAMMARE

"Un calcio d'amore", il romanzo di Tonino Scala diventa un film. Ieri al via il casting - VIDEO

CASTELLAMMARE

Stanchi di immondizia e degrado, privati puliscono la strada di Quisisana

L'INIZIATIVA

Torte per il contest: "I love Ottaviano"

Scavi di Pompei

Visita a sopresa della Merkel agli Scavi di Pompei

AMBIENTE

Rivo San Marco, l'impegno di Fratelli d'Italia Giovani. Martedì dibattito al Miramare  - VIDEO

INFILTRAZIONI CAMORRISTICHE

Antimafia, Claudio Fava a Gragnano: "La politica va bonificata" - VIDEO

GIOVANI

Gragnano, parlano i giovani: "La città non ci offre niente, il nostro futuro sarà fuori" - VIDEO

Dillo a Metropolis

LAVORO E CONCORSI

TECNOMANIA


Previsioni Meteo

CULTURA


GUSTO




Rubriche

Tecnomania

Hero, il phablet dual sim

Cultura

Bisi nella cattedrale degli illuminati. Un giornalista alla guida della massoneria

Gusto

Gita fuoriporta