Scoperta casa d'appuntamenti a Cava de' Tirreni: nei guai due napoletani e un transessuale

Blitz degli agenti di Polizia nella tarda serata di ieri

CAVA DE' TIRRENI - Scoperta casa d’appuntamenti a Cava de’ Tirreni, nei guai due persone e un transessuale. Nella serata di ieri il personale del  Settore Anticrimine  del Commissariato di Cava dè Tirreni, diretto dal Vice Questore Aggiunto, Marzia Morricone, a seguito di una complessa attività info-investigativa tesa a contrastare il fenomeno della prostituzione, ha scoperto, all’interno di insospettabili abitazioni messe a disposizione da compiacenti affittuari, un vero e proprio giro d’affari che coinvolgeva prostitute provenienti anche da altri centri e province. In uno dei tanti appartamenti a disposizione, trasformato in alcova, da circa due mesi, due persone ricevevano, a tutte le ore, numerosi uomini di tutte le età della valle metelliano e di tutto il Salernitano.

A scoprire il tutto sono gli agenti del commissariato cavese, che per giorni si sono appostati nei pressi dell’abitazione al fine di verificare l’attendibilità delle informazioni ricevute.

Infatti, è stata notata una autovettura, il cui conducente, giunto al primo piano dello stabile, bussava alla porta dell’appartamento, dove una donna in abiti succinti, apriva la porta, facendolo entrare nell'abitazione.

Poiché dai riscontri in corso appariva evidente la circostanza  dell'illecita attività di prostituzione, i poliziotti hanno iniziato a suonare insistentemente alla porta che veniva aperta da un transessuale 35enne, N.C., residente nei paesi vesuviani, completamente nuda, la quale riferiva di essere in compagnia di un uomo al piano superiore ovvero nella mansarda adibita a camera da letto.

Gli agenti, infatti, entrati nella citata mansarda, trovavano l’uomo notato arrivare poco prima, nudo disteso sul letto, e sul pavimento, nei pressi del letto matrimoniale, preservativi, olio per massaggi, crema di vasellina, parrucche, abiti succinti, biancheria intima, ed oggetti vari utilizzati nell'attività di prostituzione.

Lo stesso appartamento era arredato, ma all’interno dei mobili non c’era abbigliamento od utensili per il vivere quotidiano ed inoltre, era privo di corrente elettrica.

Nel corso dell’identificazione del transessuale e del suo cliente, sopraggiungeva Z. P., 26enne residente anche lui nei paesi vesuviani, il quale riferiva di essere, unitamente al 27enne D. R. A. C., proveniente dalle stesse zone dell'hinterland napoletano, affittuario dell'appartamento.

Pertanto, sono emerse chiare responsabilità penali a carico degli affittuari, per sfruttamento della prostituzione ed una palese condotta di favoreggiamento personale da parte del transessuale il quale, tra l’altro, annovera numerosi precedenti per prostituzione, detenzione di sostanze stupefacenti e foglio di via obbligatorio dal comune di Pompei.

I due affittuari sono stati indagati presso l’Autorità Giudiziaria, per il reato di sfruttamento della prostituzione mentre il transessuale è stato indagato per favoreggiamento personale.

Sono ancora in corso accertamenti sugli appunti recuperati ed in particolare sugli elenchi di persone rinvenuti all'interno dell'alcova.

20/06/2013 Visualizza l'Archivio Cronaca

random - 20/06/2013 19:19:03 prostituzione mi sembra di aver detto, forse ieri, che questo gioco a giusto rigore di legge ingolfa in sistema giudiziario. Saluti.-
SERIE A

Napoli, non basta un super Callejon con l'Inter è solo 2-2

LEGA PRO

La Juve Stabia sbatte sul palo, pari con il Lecce

ECCELLENZA

Cinquina Turris, San Giorgio annientato

LEGA PRO

Casertana seconda dopo la vittoria sul Barletta

ECCELLENZA

San Giorgio-Turris a settori invertiti

ECCELLENZA

Tris di acquisti per il Portici

DERBY DELLA VERGOGNA

Salernitana-Nocerina: respinto il ricorso di Fontana

SERIE D

Cavese, Russo nuovo direttore generale

LEGA PRO

Caos Savoia, sputi contro il dg Maglione

ECCELLENZA

Portici, panchina affidata a Tarantino


LAVORO E CONCORSI

TECNOMANIA


Previsioni Meteo

CULTURA


GUSTO




Rubriche

Tecnomania

Zenfone 4, l’elogio della compattezza

Cultura

La Nuova Orchestra Scarlatti apre il suo Autunno musicale

Gusto

Coldiretti: «Troppi tarocchi, solo l’Unesco può salvare...

Ditelo A Metropolis

Figli e figliastri anche sull'Alibus