Caso Angela Celentano, entro Natale la verità su Celeste Ruiz

di CIRO SABATINO

Sarà il Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse a chiudere definitivamente la partita con il Messico. Questa volta si va fino in fondo. Se esiste una Celeste Ruiz entro Natale sapremo chi è. Ecco la grande svolta nel ‘caso Celentano’. Cercata con determinazione, ostinazione. E forse finalmente trovata, imposta.
 La giornata di ieri è stata frenetica per Maria, Catello e il loro avvocato Luigi Ferrandino.

 

Alle sei di ieri mattina i genitori di Angela sono partiti per Roma. Avevano finalmente un incontro con l’unica autorità governativa preposta a casi così importanti e delicati. E non potevano mancare.
Insieme a loro anche Luciano Garofano, fino al 2009 capo indiscusso del Ris di Parma. L’uomo della strage di Erba, di Cogne, e delle vicende legate al serial killer Donato Bilancia. E’ stato proprio il generale dei Carabinieri ad entrare per primo nell’ufficio del Minestero degli Interni. Aveva con se due valigie piene di documenti. Molto probabilmente tutte le mail, su carta, che Celeste Ruiz e Rossana Celentano si sono scambiate per quasi un anno e mezzo.

 


L’incontro è durato circa due ore. Al centro della discussione una possibile trasferta in Messico dei coniugi Celentano, che come avevamo già anticipato, hanno ormai deciso di affrontare di persona la difficile indagine. Vogliono guardare negli occhi Cristino Ruiz e sua moglie Norma Hilda Valle Fierro. Vogliono capire perché tante contraddizioni e bugie. Vogliono sapere perché qualcuno, in una notte d’estate di due anni fa decise di utilizzare proprio il telefono di Cristino per chiamare in Italia. 
Vogliono entrare in quella casa di Acapulco, e sapere chi ha utilizzato il pc della famiglia Ruiz per mandare mail in Italia.
Secondo quanto si apprende il Commissario Governativo avrebbe rassicurato i Celentano sulla fattibilità del loro viaggio.

 

Potrebbe essere proprio qualcuno del Ministero che accompagnerà Maria e Catello in questa delicata avventura.
E c’è di più: il Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse, entra ufficilamente nel pool guidato dal Procuratore di Torre Annunziata Raffaele Marino per dare la caccia a questa misteriosa ragazza che dal 2010 sostiene di essere Angela Celentano.


 

La time line di Marino prevede un primo incontro già stamattina. Oggi, infatti, è il giorno della rogatoria internazionale. Gli uomini scelti dal Procuratore prepareranno una serie di richieste da inviare alla Facebook Inc. Obiettivo quello di avere la mappatura completa degli spostamenti ‘virtuali’ di Celeste e possibilmente otenere anche la sua vera identità.
Preparato il documento da inviare alla sede di Palo Alto di Fb, Marino incontrerà la Polizia Postale e l’Interpol per essere aggiornato sugli sviluppi dell’indagine più complessa dell’anno.
Anche in questo caso molte le risposte attese. Una su tutte: chi si nasconde dietro i profili di Celeste Ruiz, Norma Hikla e Claudia Torres.

 


La giornata del Procuratore dovrebbe finire poi con l’incontro tanto atteso dai Celentano e maturato solo ieri. Quello con il Commissario Governativo che verrà direttamente da Roma.
Bisognerà discutere l’opportunità del viaggio in Messico e il rischio che i Celentano possano creare problemi alle indagini in corso. Ma l’orientamento è quello di lasciare libera la famiglia di fare il suo percorso. Asspettano da troppi anni e hanno il diritto di fare la loro strada.


Anche perché per la prima volta, dopo sedici anni, Maria e Catello ci credono sul serio. Sono convinti che dietro questa Celeste Ruiz e dietro i suoi racconti si nasconda veramente una verità clamorosa. Angela è viva è sta realmente tentando di rientrare in contatto con la sua vera famiglia.
 Mai come questa volta sono tutti col fiato sospeso. Staremo a vedere.

24/10/2012 Visualizza l'Archivio Cronaca


L'INIZIATIVA

Il Sacro Ordine Militare Costantiniano approda a Castellammare. Impegno per il sociale e la cultura - L'INTERVISTA

COSTA DEL VESUVIO

Turismo, Irollo: "Fare sistema per il rilancio del territorio"

IL CASO

Abusivismo edilizio, Cantone: "Scelte chiare, no ad un condono che non decide niente"

CASTELLAMMARE

"Un calcio d'amore", il romanzo di Tonino Scala diventa un film. Ieri al via il casting - VIDEO

CASTELLAMMARE

Stanchi di immondizia e degrado, privati puliscono la strada di Quisisana

L'INIZIATIVA

Torte per il contest: "I love Ottaviano"

Scavi di Pompei

Visita a sopresa della Merkel agli Scavi di Pompei

AMBIENTE

Rivo San Marco, l'impegno di Fratelli d'Italia Giovani. Martedì dibattito al Miramare  - VIDEO

INFILTRAZIONI CAMORRISTICHE

Antimafia, Claudio Fava a Gragnano: "La politica va bonificata" - VIDEO

GIOVANI

Gragnano, parlano i giovani: "La città non ci offre niente, il nostro futuro sarà fuori" - VIDEO

CASTELLAMMARE

Niente stipendio, protesta al depuratore: VIDEO

 

CASTELLAMMARE

Pannullo (Pd): "Castellammare ferma nell'immobilismo ed ora perde anche il giudice di pace"

CASTELLAMMARE

L'appello dei lavoratori socio sanitari: chiedono alla Regione di essere reintegrati - VIDEO

CASTELLAMMARE

Acqua pubblica, Città Viva chiede un consiglio comunale monotematico

DRAMMA LAVORO

Micron: dopo eBay impiegati in vendita su manifesti

Dillo a Metropolis

LAVORO E CONCORSI

TECNOMANIA


Previsioni Meteo

CULTURA


GUSTO




Rubriche

Tecnomania

Z1 Compact, esperimento riuscito

Cultura

Bisi nella cattedrale degli illuminati. Un giornalista alla guida della massoneria

Gusto

La costiera in pentola a Praiano