Caso Angela Celentano, entro Natale la verità su Celeste Ruiz

di CIRO SABATINO

Sarà il Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse a chiudere definitivamente la partita con il Messico. Questa volta si va fino in fondo. Se esiste una Celeste Ruiz entro Natale sapremo chi è. Ecco la grande svolta nel ‘caso Celentano’. Cercata con determinazione, ostinazione. E forse finalmente trovata, imposta.
 La giornata di ieri è stata frenetica per Maria, Catello e il loro avvocato Luigi Ferrandino.

 

Alle sei di ieri mattina i genitori di Angela sono partiti per Roma. Avevano finalmente un incontro con l’unica autorità governativa preposta a casi così importanti e delicati. E non potevano mancare.
Insieme a loro anche Luciano Garofano, fino al 2009 capo indiscusso del Ris di Parma. L’uomo della strage di Erba, di Cogne, e delle vicende legate al serial killer Donato Bilancia. E’ stato proprio il generale dei Carabinieri ad entrare per primo nell’ufficio del Minestero degli Interni. Aveva con se due valigie piene di documenti. Molto probabilmente tutte le mail, su carta, che Celeste Ruiz e Rossana Celentano si sono scambiate per quasi un anno e mezzo.

Il testo continua dopo l'immagine.

 


L’incontro è durato circa due ore. Al centro della discussione una possibile trasferta in Messico dei coniugi Celentano, che come avevamo già anticipato, hanno ormai deciso di affrontare di persona la difficile indagine. Vogliono guardare negli occhi Cristino Ruiz e sua moglie Norma Hilda Valle Fierro. Vogliono capire perché tante contraddizioni e bugie. Vogliono sapere perché qualcuno, in una notte d’estate di due anni fa decise di utilizzare proprio il telefono di Cristino per chiamare in Italia. 
Vogliono entrare in quella casa di Acapulco, e sapere chi ha utilizzato il pc della famiglia Ruiz per mandare mail in Italia.
Secondo quanto si apprende il Commissario Governativo avrebbe rassicurato i Celentano sulla fattibilità del loro viaggio.

 

Potrebbe essere proprio qualcuno del Ministero che accompagnerà Maria e Catello in questa delicata avventura.
E c’è di più: il Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse, entra ufficilamente nel pool guidato dal Procuratore di Torre Annunziata Raffaele Marino per dare la caccia a questa misteriosa ragazza che dal 2010 sostiene di essere Angela Celentano.


 

La time line di Marino prevede un primo incontro già stamattina. Oggi, infatti, è il giorno della rogatoria internazionale. Gli uomini scelti dal Procuratore prepareranno una serie di richieste da inviare alla Facebook Inc. Obiettivo quello di avere la mappatura completa degli spostamenti ‘virtuali’ di Celeste e possibilmente otenere anche la sua vera identità.
Preparato il documento da inviare alla sede di Palo Alto di Fb, Marino incontrerà la Polizia Postale e l’Interpol per essere aggiornato sugli sviluppi dell’indagine più complessa dell’anno.
Anche in questo caso molte le risposte attese. Una su tutte: chi si nasconde dietro i profili di Celeste Ruiz, Norma Hikla e Claudia Torres.

 


La giornata del Procuratore dovrebbe finire poi con l’incontro tanto atteso dai Celentano e maturato solo ieri. Quello con il Commissario Governativo che verrà direttamente da Roma.
Bisognerà discutere l’opportunità del viaggio in Messico e il rischio che i Celentano possano creare problemi alle indagini in corso. Ma l’orientamento è quello di lasciare libera la famiglia di fare il suo percorso. Asspettano da troppi anni e hanno il diritto di fare la loro strada.


Anche perché per la prima volta, dopo sedici anni, Maria e Catello ci credono sul serio. Sono convinti che dietro questa Celeste Ruiz e dietro i suoi racconti si nasconda veramente una verità clamorosa. Angela è viva è sta realmente tentando di rientrare in contatto con la sua vera famiglia.
 Mai come questa volta sono tutti col fiato sospeso. Staremo a vedere.

24/10/2012 Visualizza l'Archivio Cronaca

SERIE A

Napoli show: domina e diverte. Poi Zeman suona la carica e il Cagliari gela il San Paolo

FORMULA 1

Lewis Hamilton è campione del mondo

ECCELLENZA

Logo e marchio Turris, il diktat di Gaglione

LEGA PRO

Casertana, brutto tonfo a Melfi

LEGA PRO

Juve Stabia: dall'inferno al paradiso. Che rimonta: Gomez abbatte l’Aversa (2-1)

LEGA PRO

Savoia beffato all'ultimo secondo, Giraud maledetto. La vittoria sfugge ancora

LEGA PRO

Calil manda la Salernitana in vetta, Paganese sconfitta nel derby più atteso

ECCELLENZA

Per la Turris comincia un mini-ciclo di ferro

LEGA PRO

Maurizi, esordio ok: l'Ischia torna a vincere

Napoli. Benitez: «Scudetto? Non ha senso parlarne»


LAVORO E CONCORSI

TECNOMANIA

Nell'universo degli smartphone

Previsioni Meteo

CULTURA

"Io sul letto della Loren..."
Mostre a Napoli
PERSONAGGI
ARTE

GUSTO

Percorsi e sapori del vino
Vino
LA GUIDA

METRO MUSIC


INTERVENTI




Rubriche

Tecnomania

Honor 6: nuovo brand, nuovo smartphone

Cultura

«Quella volta, su letto della Loren...»

Gusto

Percorsi e sapori del vino, due giorni di iniziative a Castellammare