Torre del Greco, padre e figlio detenuti in Tunisia. L'angoscia dei familiari: «Senza notizie da 10 mesi»


	Torre del Greco, padre e figlio detenuti in Tunisia. L'angoscia dei familiari: «Senza notizie da 10 mesi»
TORRE DEL GRECO -
Il loro calvario è cominciato a cavallo tra il mese di febbraio e il mese di marzo del 2013, quando le forze di polizia della Tunisia fecero irruzione nelle loro abitazioni di Bizerte per eseguire gli arresti ordinati dalla locale autorità giudiziaria.
 
Dal 23 febbraio non si hanno più notizie di Michele Magliulo e Nicola Magliulo - padre e figlio, rispettivamente di 65 anni e 32 anni - detenuti, insieme a Giacomo Danese di Trapani, all’interno del carcere di Mamaguia: un assordante silenzio che ha gettato nell’angoscia i familiari dei due arrestati di Torre del Greco, addetti nel settore dell’export di corallo dalla Tunisia all’Italia e accusati di traffico internazionale di «oro rosso».
(Il testo continua dopo l'immagine.)

 
La storia è stata portata a conoscenza dal deputato Arturo Scotto di Sinistra Ecologia e Libertà che ha presentato un’interrogazione al ministro degli affari esteri nella terza commissione della Camera dei deputati «per chiedere quali iniziative si intendano assumere per far sì che le famiglie degli arrestati possano avere al più presto notizie certe sullo stato di salute e giudiziario dei loro congiunti questione».


Commenti

12/02/2016 02:15:50
Metropolis Quotidiano Napoli
12/02/2016 02:15:50