Ambiente: consegnato l'impianto di depurazione Foce Sarno

1 di 6


Un altro passo verso la balneabilita' del mare della Campania. Questa mattina il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, ha presenziato alla cerimonia di consegna dell'impianto di depurazione ''Foce Sarno'' realizzato nel comune di CASTELLAMMARE di STABIA nell'ambito del Progetto Speciale per il disinquinamento del Golfo di Napoli. E' un impianto che serve 11 comuni a sud del fiume Sarno e per la cui realizzazione i lavori partirono negli anni Ottanta. Poi, in seguito alle successive modifiche delle leggi in materia ambientale, ha subito una variazione d'opera della quale risulto' vincitrice del bando l'impresa Passavant Impianti di Milano. Questa mattina, Marco Schiavio, titolare della Passavant ha consegnato l'impianto ultimato alla Regione Campania. Presenti alla breve cerimonia, che ha avuto come sottofondo le proteste degli ex dipendenti delle Terme di STABIA davanti ai cancelli del depuratore, anche il sindaco di CASTELLAMMARE di STABIA, Antonio Pannullo e l'ing. Roberto Vacca dell'Arcadis che si occupa della depurazione del fiume Sarno. ''E' un impianto a norma - ha spiegato De Luca - che ha la cura di scaricare le acque gia' pulite a mare, ma con una condotta che si inoltra per circa un chilometro e mezzo in mare, per non deturpare la battigia. La nostra amministrazione si e' prefissata di risolvere in 5 anni le emergenze dell'ambiente, dei rifiuti e del ciclo delle acque. Quindi di risolvere il problema delle ecoballe, della terra dei fuochi e degli impianti di depurazione. L'obiettivo e' di restituire la balneabilita' al nostro mare, dal Litorale Domizio al Cilento, passando per il golfo di Napoli, puntando al rilancio del territorio per il turismo e per restituire la dignita' agli abitanti. E pertanto abbiamo deciso di utilizzare a questo scopo i Fondi europei". "Stiamo lavorando per il Grande Progetto del disinquinamento del fiume Sarno, da anni incompiuto - ha aggiunto De Luca - ma che, per il completamento delle reti fognarie e il collegamento ai collettori di depurazione e' all'80-85% del lavoro svolto. Entro un anno e mezzo dovrebbe essere completato, ma staremo con il fiato sul collo all'Arcadis che se ne occupa. Infine, presto consegneremo anche l'impianto di depurazione di Meta di Sorrento per dare una svolta definitiva a quest'area". La manutenzione e il funzionamento dell'impianto di depurazione "Foce Sarno" sono stati affidati al Consorzio "Consarno" che impiega 70 dipendenti.
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso