Ercolano, uccisa dal gas in casa: l'addio a Salvatrice Nogaretto

1 di 4


Una piccola bara bianca tenuta in spalla da amici e parenti. Il silenzio assordante che rimbalza tra le palazzine di quel vicolo stretto che sfiora le voci mute del mercato. Le serrande abbassate a metà, i singhiozzi, le lacrime. E poi un inchino davanti a quella piccola porta di alluminio aggrappata sotto al civico 29 di via Giardini. Sono le immagini dei funerali di Salvatrice Nogaretto, la 46enne di Ercolano ritrovata morta ? in circostanze tutte da chiarire ? all?interno del suo appartamento, un ?basso? immerso nel cuore del centro storico di Ercolano, a due passi da via Dogana e dal mercato degli stracci.
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso