Fitti d'oro per le case tugurio a Castellammare, 90 famiglie disperate

1 di 8


Deve pagare 20mila euro entro 30 giorni altrimenti la Soget avvierà le procedure per «pignoramento mobiliare, fermo dei beni mobili, iscrizione ipotecaria». Destinataria della cartella-shock la signora Maria Pia, un’anziana disabile che vive in un appartamento nel rione Savorito a Castellammare di Stabia, insieme alla figlia e alla nipote, riuscendo a sbarcare il lunario con una pensione di poche centinaia di euro al mese. Ma è solo una delle 90 famiglie residenti nei prefabbricati post-terremoto che nelle ultime ore hanno ricevuto cartelle con cifre da capogiro. La più bassa è di 10mila euro, la media è di 13mila. Tutte devono essere pagate entro 30 giorni, secondo la Soget che punta a incassare circa un milione di euro. Dai terremotati.  La società incaricata della riscossione dei tributi per il Comune di Castellammare di Stabia ha presentato il conto, ricalcolando l’adeguamento dei fitti dal 1987 al 2015. 
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso