Il ThinkPad festeggia il 25esimo compleanno con una edizione speciale

1 di 35


(A cura di Gennaro Annunziata) Era il 5 ottobre del 1992 quando al Comdex di Las Vegas veniva presentato il ThinkPad 700C, capostipite della gamma di laptop che sarebbe diventata di riferimento nel mondo business. Progettato da Richard Sapper, era stato ingegnerizzato in Giappone presso gli Yamato Labs. Con 130 milioni di unità vendute da allora (foto 2-18), l’attuale ThinkPad è notevolmente diverso dal punto di vista tecnico dal primo presentato in Nevada, eppure il suo design è rimasto coerente e immediatamente riconoscibile. La sua forma ispirata al “bentō box”, i tradizionali vassoi con coperchio che i giapponesi utilizzano per servire i pasti, è rimasta tale; dal TrackPoint rosso al centro del dispositivo fino al logo in rilievo nell’angolo, ThinkPad è uno status symbol per milioni di professionisti nel mondo.

Per celebrare il 25esimo anno Lenovo ha presentato il ThinkPad Anniversary Edition 25 (foto 19-35), un modello in edizione limitata che è una rivisitazione in chiave moderna del design classico che include alcune caratteristiche in stile rétro, come la tastiera retroilluminata ThinkPad Classic a 7 file di tasti, i pulsanti dedicati alla regolazione del volume, diversi LED di stato e un logo multicolore.

L’idea di questa edizione speciale era stata lanciata da Lenovo il 25 giugno 2015 attraverso i social media, come metodo per raccogliere il feedback e le preferenze dei fan e degli appassionati di ThinkPad di tutto il mondo. A parte le caratteristiche classiche, ThinkPad Anniversary Edition 25 è un laptop completamente moderno, basato su un processore Intel Core i7-7500U con scheda grafica dedicata NVIDIA GeForce 940MX e display Full HD da 14" touch.

Dal 1992 la capacità di calcolo e di archiviazione dei dati si sono evolute a livelli inimmaginabili: gli smartphone oggi hanno una potenza di calcolo maggiore rispetto ai primi PC e alla stanza piena di mainframe che la NASA aveva a disposizione per portare il primo uomo sulla Luna. Mentre la tecnologia è progredita a velocità esponenziale, i progettisti e gli ingegneri che lavorano sul ThinkPad sono rimasti concentrati sulla loro mission di reinventare continuamente il mobile computing, pur salvaguardandone il concept originale. Dal ThinkPad 701C con la sua tastiera “a farfalla” fino al convertibile 2-in-1 X1 Yoga con tastiera “retrattile”, l'incessante ricerca della perfezione non si è mai fermata. Nei prossimi venticinque anni il ThinkPad continuerà a svilupparsi, innovarsi e mettere a disposizione le tecnologie del futuro. Arimasa Naitoh, già responsabile degli Yamato Labs e affettuosamente conosciuto come il “papà del ThinkPad”, è fermamente convinto che il futuro sia in mani sicure.
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso