Reperti archeologici in casa, sequestrati 38 pezzi di epoca romana

1 di 3


I finanzieri del comando provinciale di Napoli hanno scoperto e sequestrato, ad Acerra, all'interno di un'abitazione, numerosi oggetti di interesse archeologico. In particolare, i militari hanno scoperto 38 reperti vascolari, di cui molti integri, alcuni ricostruiti ed altri restaurati, erano di sicuro interesse archeologico. Gli oggetti ceramici consistono, infatti, in un insieme di vasi di diversa epoca, risalenti tra l'VIII ed il IV secolo A.C., a produzione greca, romana ed etrusca, presumibilmente provenienti dalle necropoli di Capua, Suessula e Calatia. Al termine del servizio il responsabile, un 60enne originario di Acerra, è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Nola mentre gli oggetti venivano posti sotto sequestro.
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso