Seedorf inaugura un lounge-restaurant a Torre del Greco. E l'isola ecologica diventa discarica

1 di 8


Torre del Greco. Chissà se a Milano - all'epoca in cui giocava prima con l'Inter e poi con il Milan - Clarence Seedorf effettuava una corretta raccolta differenziata dei rifiuti. Perché se a cento ore dalla scintillante inaugurazione del nuovo locale aperto a Torre del Greco il fuoriclasse originario del Suriname e naturalizzato olandese si fosse ritrovato davanti all'isola ecologica realizzata dall'amministrazione comunale targata Ciro Borriello all'interno degli ex Molini Meridionali Marzoli, verosimilmente, si sarebbe vergognato e preoccupato della zona in cui era stato aperto il lounge-restaurant "sponsorizzato" in occasione del taglio del nastro: un'inaugurazione in grande stile, con lo stesso Clarence Seedorf pronto a dare il benvenuto ai primi ospiti rigorosamente vip. Poi, spente le luci del debutto, sono cominciate le attività del locale. Letteralmente preso d'assalto durante il week end da clienti e semplici curiosi, richiamati dalle splendide foto pubblicate su tutti i social network: un super-lavoro i cui risultati sono apparsi evidenti ai primi dipendenti comunali arrivati sul posto di lavoro alla riapertura degli uffici. Il centro di raccolta dei rifiuti sistemato all'ingresso degli ex Molini Meridionali Marzoli si presentava, infatti, come non era mai accaduto dal giorno dell'inaugurazione: tutti i contenitori traboccavano di immondizia di ogni tipo e nauseabonde colate di percolato fuoriuscivano dai cassoni in ferro grazie a cui - secondo il piano del sindaco Ciro Borriello - si dovrebbe migliorare la percentuale di raccolta differenziata all'ombra del Vesuvio. Un obiettivo certamente non raggiunto durante il week end: «Non c'era bisogno di aprire i sacchetti per accertare come l'immondizia fosse stata depositata senza il minimo rispetto delle elementari norme previste dalla riciclata - la denuncia di alcuni impiegati dell'ente di palazzo Baronale, accompagnata da un dossier fotografico con cui si testimoniano le condizioni di degrado dell'isola ecologica -. E' la prima volta che si registra una situazione del genere: non vorremmo diventasse un'abitudine, visto l'approssimarsi dell'estate». Una preoccupazione condivisa da centinaia di semplici cittadini, accolti presso l'ufficio anagrafe del Comune da tappeto di immondizia e da un insopportabile olezzo di monnezza. Un biglietto da visita niente affatto lusinghiero per il locale inaugurato la scorsa settimana da Clarence Seedorf. Che, magari, a Milano era un fuoriclasse (anche) della raccolta differenziata dei rifiuti. (alberto dortucci)
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso