Sigilli alla Pignatella, le foto del sequestro a Sorrento

1 di 7


Stamane i militari della guardia costiera di Sorrento diretti dal comandante capo del compartimento marittimo di Castellammare di Stabia Guglielmo Cassone hanno proceduto unitamente alla polizia municipale di Sorrento ad apporre di nuovo i sigilli all’area demaniale marittima la Pignatella e la proprietà privata della famiglia Pollio. Il primo sequestro era già stato convalidato lo scorso 13 luglio dal Tribunale di Torre Annunziata. I sigilli sono dovuti pure al pericolo per bagnanti e visitatori «concreto ed attuale stante la stagione estiva in corso»: la zona è considerata ad alto rischio frane e caduta massi come da ordinanza comunale. La guardia costiera ha provveduto a deferire all’autorità giudiziaria Marco Pollio, in qualità di custode giudiziaria, per violazione dei sigilli. L’uomo fu già denunciato lo scorso giugno per violazione dell’ordinanza comunale.
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso