Stazioni sporche e degradate. Un altro flop dell'accoglienza a Pompei

1 di 7


“Benvenuti a Pompei”, dove l’accoglienza per turisti e viaggiatori non è di certo all’altezza della storia religiosa e del valore archeologico della città. Aldilà delle polemiche sulla nuova Ztl, oltre le battaglie per modificare il modello del turismo mordi e fuggi, superando le accuse sulle carenze del sistema di accoglienza cittadino. Nella città degli Scavi e del Santuario sembra mancare una visione di città turistica. Anche le stazioni che accolgono migliaia di turisti durante tutto l’anno sono in condizioni critiche. Sia quella delle Ferrovie dello Stato utilizzata soprattutto da chi è diretto al Santuario sia quella della circumvesuviana di villa dei Misteri, nei pressi dell’ingresso di Porta Marina degli scavi archeologici. L’ultimo caso che sta suscitando indignazione e scontento ha interessato la stazione delle Fs, interessata da alcuni interventi di manutenzione. Per i viaggiatori sono stati allestiti dei bagni chimici. Le cabine con i servizi igienici già da qualche giorno versano in condizioni orribili. Sono sporchi e intasati. Di fatto sono stati resi inutilizzabili e sono privi di manutenzione. Un pessimo benvenuto per i turisti che approdano a Pompei ogni giorno. Le toilette provvisorie non vengono pulite quotidianamente e versano in uno stato di assoluto degrado. La città mariana accoglie cinque milioni di turisti all’anno, molti dei quali scelgono proprio il treno come mezzo di trasporto per raggiungere la città. Offrire loro certe situazioni come biglietto da visita non fa bene all’immagine di Pompei. Lo stesso imbarazzo vale, naturalmente, per viaggatori e pendolari che si spostano con i treni ogni giorno e si trovano a vivere questi disagi. Nella stazione Fs ci sono anche macchinette piene di nastro adesivo e vetri danneggiati. Anche chi arriva dall’altro versante, quello degli Scavi, utilizzando la circumvesuviana non mette piede in una stazione in buone condizioni. Tra cestini per i rifiuti distrutti e zone recintate con dissuasori non si ha certo l’impressione di essere approdati nella città che negli ultimi anni ha superato ogni record di visitatori, inserendosi stabilmente nella top ten dei siti più visitati a livello nazionale.
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso