Supplica a Pompei: Caputo, cosi’ Bartolo Longo fece la citta' della carita'

1 di 16


"Fede, preghiera e carita' sono vissute ogni giorno a Pompei, dove l'accoglienza e' modo di vivere e di essere, secondo gli insegnamenti e l'esempio concreto del nostro Fondatore, il Santo Avvocato Bartolo Longo Egli, seguendo la chiamata della Vergine del Santo Rosario, trasformo' questa valle desolata nella citta' della fede e della carita', costruendo lo splendido santuario, davanti al quale ci accingiamo a celebrare la Santa Messa, dando vita a numerose opere sociali e creando una nuova citta', che si avvia a celebrare il 90 anniversario di fondazione". E' quanto ha ricordato l'arcivescovo di Pompei, monsignor Tommaso Caputo, salutando i fedeli giunti oggi a Pompei per la tradizionale supplica di maggio alla Vergine. La supplica viene recitata anche nel corso del mese di ottobre. Ed ogni volta a Pompei giungono fedeli da ogni parte del mondo. Tantissimi, come quelli giunti da Pignataro (Caserta) che si mettono in viaggio a piedi per raggiungere la cittadina mariana.
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Ho capito, chiudi questo avviso