Torre Annunziata. Omicidio zì Natalino: assolto Aldo Gionta

Torre Annunziata. Omicidio zì Natalino: assolto Aldo Gionta

Omicidio zì Natalino: assolto Aldo Gionta

Torre Annunziata. Il boss Aldo Gionta assolto per l’omicidio di Natale Scarpa, il delitto eccellente che dieci anni fa scatenò la guerra tra i “Valentini” e i Gallo-Cavaliere. Lo ha deciso il gup Paola Piccirillo del Tribunale di Napoli che ha invece condannato all’ergastolo Giuseppe Coppola e a 8 anni i pentiti Vincenzo Saurro e Aniello Nasto. Assolto Giovanni Iapicca. La Dda aveva chiesto l’ergastolo per il boss Gionta, indicandolo come mandante dell’esecuzione avvenuta davanti allo stadio Giraud il 14 agosto 2006: dal carcere avrebbe ordinato di punire “zì Natalino” che si era permesso di dare uno schiaffo a suo figlio Valentino, dopo che gli aveva tirato un uovo come scherzo di Carnevale. Ma secondo il gup non ci sono abbastanza prove a supporto della tesi della Dda. «Fallito l’estremo tentativo della Dda di incastrare Aldo Gionta, l’unico della famiglia che non ha pene perpetue definitive»- commenta a caldo l’avvocato Giovanni Tortora, che difende Aldo Gionta insieme all’avvocato Nicolas Balzano.

+++ TUTTI I DETTAGLI DOMANI SU METROPOLIS +++


ULTIME NEWS