Il genitore separato non va a trovare i figli? Rischia di perdere l’affidamento

Il genitore separato non va a trovare i figli? Rischia di perdere l’affidamento

Il genitore separato non va a trovare i figli? Rischia di perdere l'affidamento

Non andare a trovare i figli può far perdere l’affidamento al genitore separato. E’ questa la sentenza del Tribunale di Caltanissetta che mette il punto su una grave mancanza nei confronti della progenie come saltare le visite concordate con l’ex coniuge.

“Se è vero che, nel nostro ordinamento, la regola è quella dell’affidamento condiviso dei minori a entrambi i coniugiche si separano – spiega infatti il sito di consulenza legale laleggepertutti.it -, è anche vero che il genitore non deve macchiarsi di colpe gravi nei confronti della prole: tale sarebbe, per esempio, il comportamento di chi salti le visite coi figli concordate con l’ex o prestabilite dalla sentenza del giudice della separazione o del divorzio. In tali casi, quindi, ben può il tribunale commutare l’affidamento da ‘condiviso’ ad esclusivo, in favore cioè del coniuge presso cui la prole è stata collocata”.

Con questa decisione, si legge nel testo della sentenza, il Tribunale di Caltanissetta ha “voluto definitivamente porre al centro l’interesse superiore del minore a mantenere rapporti con entrambi i genitori (…), in modo tale che le decisioni giudiziali che lo riguardano tengano conto, per quanto possibile, dell’esigenza di salvaguardare tale fondamentale diritto”.

“È chiaro tuttavia – sottolinea ancora laleggepertutti.it – che se le visite vengono rese difficili o impossibili non per la negligenza del soggetto obbligato a rispettarle, ma a causa del comportamento ostruzionistico dell’altro genitore – che mette i figli contro l’ex coniuge, istigandone l’odio e l’intolleranza – allora le sorti si invertono e a perdere l’affidamento è chi vive coi minori”.


ULTIME NEWS