Gragnano/Boscoreale. Minore col mito di Gomorra trasgredisce le regole: in carcere

Gragnano/Boscoreale. Minore col mito di Gomorra trasgredisce le regole: in carcere

Minore col mito di Gomorra trasgredisce le regole: in carcere

Trasgredisce le regole della comunità dove era stato affidato, minore va in carcere. Una storia già difficile per un recupero che, due giorni fa, ha avuto esito negativo. Seguire quelle che erano le regole della comunità Angeli Custodi di Gragnano, non rientrava nel quotidiano di Ciro (nome di fantasia ndr). Un quindicenne cresciuto nella realtà difficile del Piano Napoli di Boscoreale. Ma la nuova ‘residenza’ gli stava stretta e Ciro, fan accanito del film Gomorra, ha emulato quei comportamenti fuorilegge dei protagonisti (frutto della fantasia del regista Matteo Garrone). Ciro è scappato per raggiungere la sua casa, tra le palazzine popolari di via Settetermini, di Boscoreale. E’ lì che il 15enne riesce a sentirsi “Pisellino”: : uno dei tanti baby-killer assoldati dalla malavita raccontato nel film Gomorra.

+++TUTTI I DETTAGLI IN EDICOLA OGGI SU METROPOLIS QUOTIDIANO+++


ULTIME NEWS