Il rapinatore a Insigne: “Dedicami un gol”

Il rapinatore a Insigne: “Dedicami un gol”

Il rapinatore a Insigne: "Dedicami un gol"

NAPOLI – Brutta avventura per Lorenzo Insigne, che ieri sera è stato rapinato a Napoli. Secondo quanto si è appreso – l’episodio non è stato ancora formalmente denunciato alle Autorità – l’attaccante era in compagnia della moglie e di alcuni amici quando è stato avvicinato da malviventi che lo hanno minacciato con una pistola, rapinando la comitiva di soldi e gioielli. Il fatto sarebbe avvenuto nella zona del Vomero. In mattinata, la moglie del calciatore dovrebbe sporgere denuncia a Frattamaggiore, comune di residenza della coppia, mentre Insigne andrà regolarmente a Castel Volturno per l’allenamento in vista della partita di domani contro la Fiorentina. La rapina è avvenuta in viale Gramsci, nella zona di Mergellina, e non al Vomero come si era appreso in precedenza. La moglie del calciatore, Jenny, ha presentato stamane la denuncia ai carabinieri. Secondo quanto riferito, Insigne era alla guida della sua Mercedes, in compagnia della moglie e di due amici. Quando l’auto si è fermata a un semaforo è stata avvicinata da uno scooter con a bordo due persone che indossavano il casco integrale. Uno dei due è sceso, si è avvicinato alla Mercedes e puntando una pistola contro Insigne si è fatto consegnare l’orologio del giocatore, due bracciali della moglie e denaro per circa 800 euro. Subito dopo, i malviventi sono fuggiti a bordo dello scooter. “La prossima partita, dedicami un gol”. Così il rapinatore si è rivolto, prima di fuggire, all’attaccante del Napoli. 


ULTIME NEWS