Castellammare. Il comandante della Municipale trascina il Comune in tribunale

Castellammare. Il comandante della Municipale trascina il Comune in tribunale

Il comandante della Municipale trascina il Comune in tribunale

Vuole tornare a L’Aquila, dove ha prestato servizio fino allo scorso  dicembre. Il comandante della polizia municipale di Castellammare di Stabia, Antonio Vecchione, trascina in tribunale il Comune. Il capo dei vigili urbani contesta la revoca del nulla osta che gli ha impedito di proseguire la sua esperienza a L’Aquila. Una decisione assunta dall’ente dopo l’arrivo del commissario straordinario Claudio Vaccaro. 
Ad inizio 2015, il comandante Vecchione partecipò ad un concorso per assumere il comando della polizia municipale de L’Aquila, a tempo determinato, ossia fino al dicembre 2015. Ma con la possibilità di prorogare l’incarico per ulteriori due anni. Antonio Vecchione chiese il nulla osta al Comune di Castellammare di Stabia, quando ancora c’era l’amministrazione Cuomo. Da Palazzo Farnese arrivò il via libera, anche perché non c’era nessuna spesa a carico del Comune stabiese

+++TUTTI I DETTAGLI IN EDICOLA OGGI SU METROPOLIS QUOTIDIANO+++


ULTIME NEWS