Turismo, accordo tra Baronissi e i tour operator dell’Iran

Turismo, accordo tra Baronissi e i tour operator dell’Iran

Turismo, accordo Baronissi-Teheran

BARONISSI – La città di Baronissi si candida a diventare hub del turismo iraniano in Campania, ospitando gruppi di visitatori nelle sue strutture turistiche. L’accordo è stato sancito a Teheran dal sindaco Gianfranco Valiante e dal tour operator Rah Pouyan Espadana. Il sindaco, affiancato dal consulente per l’offerta turistica del Comune, Rosario D’Acunto, per sottoscrivere importanti accordi turistici e commerciali, ha incontrato nel corso della missione in Iran il console Roberto Taradei e i funzionari Behnam Ahmadi e Carlo Cereti dell’ambasciata. Dal 6 giugno, gruppi di turisti iraniani organizzati, voleranno su Napoli con voli charter della Qatar Airways e alloggeranno a Baronissi, per poi spostarsi nelle due costiere, a Salerno, Capri, Pompei e Paestum. Una parte del soggiorno sarà dedicata, ovviamente, alla visita guidata del Museo Frac, della Villa Romana di Sava, del Convento, degli antichi Casali, di Villa Farina e di alcune aziende locali. I turisti iraniani, inoltre, saranno supportati, in tutta la parte logistica, da aziende di Baronissi. Previste anche cene – degustazione in tutti i ristoranti della città, con prodotti tipici del territorio e laboratori esperienziali. Il primo gruppo – composto da turisti provenienti dalla popolosa città di Masshad – arriverà a Baronissi il 6 giugno. Seconda data prevista è il 16 giugno e poi gli arrivi avranno cadenza quindicinale. “Si tratta di un risultato molto importante per il nostro Comune – spiega il sindaco Valiante – perché ci garantisce anzitutto presenze costanti sul territorio destagionalizzando gli arrivi, innescando processi economici virtuosi che porteranno sicuramente benefici al territorio. Inoltre, l’accordo ci consente di diventare punto di riferimento logistico per un turismo, come quello iraniano, particolarmente interessato alla Campania e alla provincia di Salerno”. “Andiamo a inserirci in un contesto nazionale e internazionale di turismo esperienziale di fascia medio/alta – precisa Rosario D’Acunto  – con un modello di sviluppo che replicheremo anche per altre nazioni, a cominciare dalla Francia con il distretto di Les Valence, molto interessato a una partnership per la crescita di interscambi turistici tra i due paesi”. Si sta, infine, lavorando per proporre, non solo a tour operator iraniani e francesi, ma anche italiani, pacchetti turistici per il periodo natalizio quando Baronissi ospiterà da novembre 2016 a gennaio 2017 le installazioni artistiche curate dall’Accademia di Belle Arti di Brera – Milano. 


ULTIME NEWS