Traffico di droga da Salerno al Cilento, imputati condannati a 73 anni

Traffico di droga da Salerno al Cilento, imputati condannati a 73 anni

Spaccio a Salerno, imputati condannati

Settantatrè anni di pena per spaccio di droga per 19 indagati che sono ricorsi al rito abbreviato. E’ quanto stabilito dal gup Ubaldo Perrotta nel corso dell’udienza di ieri. Il pm dell’Antimafia, Vincenzo Montemurro, ne aveva chiesti 125. La sentenza riguarda gruppo capeggiato da Moreno De Simone e che, secondo l’accusa, avrebbe preso piede dopo l’arresto di Ugo Corsini, nella zona orientale di Salerno riuscendo a gestire l’affare droga non solo nel capoluogo ma anche in alcuni comuni limitrofi come Giffoni Valle Piana, San Cipriano Picentino, Maiori e Vietri sul Mare. Unico rinviato a giudizio, Stefano Damiani, fratello di Bruno Humberto uno degli indagati per l’omicidio del sindaco di Pollica Angelo Vassallo. A lui, secondo l’Antimafia, sarebbe stata affidata la piazza di Acciaroli. Cinque le assoluzioni (Assunta Avallone, Umberto Maresca, Luciano Fiorillo, Alessio Romani, Fabio Melchiorre). La pena più grave per Nicola Vicinanza, 10 anni. Per molti è venuta anche a cadere la contestazione di associazione. 


ULTIME NEWS