Pestato a sangue e abbandonato a Salerno: ecco la ricostruzione

Pestato a sangue e abbandonato a Salerno: ecco la ricostruzione

Pestato a sangue e preso a bottigliate a Salerno: ecco la ricostruzione

Personale della Polizia di Stato appartenente alla Sezione Volanti della Questura, a seguito di segnalazione di aggressione in danno di un cittadino straniero pervenuta al numero di emergenza “113”, è intervenuto, questa notte, in una casa in stato di abbandono ubicata tra Via Polito e Via M. Vernieri a Salerno.

Giunti immediatamente sul posto i poliziotti hanno trovato, all’interno della casa, un cittadino rumeno con ferite e tumefazioni evidenti al volto ed hanno chiesto l’intervento di un ambulanza del “118” consentendone, in tal modo, il trasporto urgente presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Salerno, per le cure del caso, dove è stato refertato con una prognosi di 30 giorni, permanendo in stato di ricovero.

L’uomo, benché privo di documenti di riconoscimento, è stato identificato dagli agenti per A.V. di 40 anni, di etnia rumena, già annoverante qualche piccolo precedente penale per reati contro il patrimonio.

I poliziotti hanno accertato che il rumeno, intorno alle ore 00,45 di stanotte, mentre riposava in un locale della casa, subiva l’aggressione ad opera di tre sconosciuti connazionali i quali, dopo aver fatto irruzione in tale bivacco, lo pestavano fino al punto di lasciarlo sanguinante sul pavimento.

Sul luogo dell’intervento, inoltre, gli agenti hanno accertato che il malcapitato era intento a riposare in compagnia di altri cittadini rumeni, completamente estranei ai fatti, i quali, in una fase successiva, sono stati condotti presso i locali della Caserma Pisacane per l’identificazione.

E’ stata accertata, in tal modo, l’irregolare presenza sul territorio nazionale di uno di loro, tale F.V.G. di anni 45.

Costui, infatti, è risultato destinatario di un provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale e, quindi, è stato posto a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per l’esecuzione del provvedimento.   

Allo stato, sono in corso meticolose indagini tese all’individuazione dei responsabili dell’increscioso episodio delittuoso ed al reale movente che ha indotto costoro ad aggredire e malmenare il rumeno.


ULTIME NEWS