Bomba a Torre Annunziata, perquisizioni nelle case dei clan

Bomba a Torre Annunziata, perquisizioni nelle case dei clan

perquisizioni nelle case dei clan

Assalto ai fortini della camorra per cercare di fare chiarezza, subito, sulla bomba piazzata contro la saracinesca della Caffetteria del Corso. E’ la risposta degli agenti del Commissariato di Polizia di Torre Annunziata che, tra sabato e domenica, hanno effettuato una serie di perquisizioni nei bunker dei due clan rivali, Gionta e Gallo-Cavalieri. Le attenzioni degli investigatori si concentrano su noti pregiudicati del quartiere “Murattiano”, dove è avvenuto il raid. Durante la nottata tra sabato e domenica, gli uomini in divisa hanno rastrellato l’intero rione palmo a palmo con la speranza di poter ottenere elementi utili alle indagini. Perquisiti sotterranei, nascondigli, abitazioni e locali. A caccia di qualcosa, o meglio di qualcuno. E soprattutto alla ricerca di quello scooter di grossa cilindrata utilizzato dai malviventi per compiere il raid. Al momento, però, resta tutto top secret. Non trapela nulla, così come non si riesce ancora a comprendere il movente di quella tremenda esplosione che sabato mattina ha distrutto la saracinesca del bar, posizionato proprio nel cuore del centro storico di Torre Annunziata. Di quello scoppio, al momento, restano soltanto i frammenti di un ordigno artigianale molto potente e i detriti dei vetri delle finestre andati in frantumi per la forte esplosione. 

+++ L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS DI OGGI+++


ULTIME NEWS