Bruxelles, le drammatiche testimonianze: “C’erano corpi e sangue ovunque”

Bruxelles, le drammatiche testimonianze: “C’erano corpi e sangue ovunque”

Le drammatiche testimonianze: "C'erano corpi e sangue ovunque"

“Abbiamo visto le persone saltare in aria e poi cadere pesantemente a terra”. “Ci sono corpi smembrati ovunque”. “C’è sangue dappertutto”. Sono questi alcune delle scioccanti testimonianze scritte su Twitter da coloro che si trovavano all’aeroporto di Bruxelles Zaventem al momento delle esplosioni che hanno devastato la sala partenze, provocando numerosi morti. Secondo quanto hanno raccontato diverse persone al giornale ‘La Libre Belgique’, i boati delle esplosioni sono stati preceduti da spari e urla in arabo. “Ero nella hall delle partenze, al Gate 10 quando ho sentito la prima esplosione, verso le 7 e 45 – ha detto Marie-Odile – Molte persone si sono messe a correre verso l’uscita. Poi c’è stata una seconda esplosione fra il gate 8 e il 9. Dei pezzi del soffitto sono caduti. E’ scoppiato il panico. Ho visto feriti, ma non gravi”. Philippe Lenaerts si trovava nei pressi dell’aeroporto con il suo taxi. “Ho sentito la prima esplosione del lato delle partenze e ho pensato che una gru da costruzione fosse crollata. Ma due tre minuti più tardi, si è ripetuta, ma dall’altro lato dell’edificio”, ha spiegato l’uomo che decide di andare dentro per vedere cosa era successo. “Sono andato con un collega – ha raccontato scioccato – Tutto era stato fatto saltare, c’era una pozza di sangue con persone ferite. Corpi smembrati. Persone in preda al panico che correvano fuori”. Secondo Philippe i soccorsi hanno impiegato troppo tempo per arrivare: “Tutto era in totale abbandono, non un poliziotto, non un paramedico per lunghi minuti, nonostante siamo a livello 3 di allerta”. In un’altra testimonianza fornita a ‘Bel Rtl’ si legge: “Ero in coda per la registrazione e ho sentito un’esplosione. Ho visto il fumo, ho visto gente correre in preda al panico verso l’uscita. C’è stata una seconda esplosione molto più vicina a me.Tutti hanno lasciato l’aeroporto in preda al panico, la maggior parte delle persone ha lasciato il loro bagaglio”.


ULTIME NEWS