Fonderie, Giuliano contro la delocalizzazione: «Mai nei Picentini»

Fonderie, Giuliano contro la delocalizzazione: «Mai nei Picentini»

Fonderie, appello di Antonio Giuliano

GIFFONI VALLE PIANA – Il candidato sindaco Antonio Giuliano lancia un grido d’allarme contro la delocalizzazione delle Fonderie Pisano nel territorio dei Picentini, nell’ambito dell’incontro “Non bruciamo il futuro”, organizzato dall’associazione culturale Assosviluppo Sardone.

“Sardone – spiega Antonio Giuliano, alla guida della lista civica Giffoni Bene Comune – in tutti questi anni ha ingoiato un bel po’ di rifiuti. Ora tutti insieme diciamo basta. Non ci sono le condizioni per ospitare le Fonderie Pisano. Dobbiamo creare condizioni di vivibilità. Il nostro obiettivo iniziale è quello di effettuare uno screening dell’acqua, dell’aria e del suolo per salvaguardare la salute dei cittadini, ricchezza inestimabile per ognuno di noi. Per me la porta dei Picentini è la collina stupenda di Sardone”.

Alla tavola rotonda, fortemente voluta da Giuliano per condividere con tutti gli amministratori locali una tematica così delicata, hanno partecipato anche il sindaco di S. Cipriano, Gennaro Aievoli, il sindaco di Castiglione del Genovesi, Matteo Bottiglieri, ed il sindaco di Montecorvino Rovella, Egidio Rossomando, presidente della nuova giunta della Comunità Montana.


ULTIME NEWS