Giugliano, in apparenza un albergo, in realtà una casa a luci rosse

Giugliano, in apparenza un albergo, in realtà una casa a luci rosse

Giugliano, in apparenza un albergo, in realtà una casa a luci rosse

Durante un servizio alto impatto i carabinieri della compagnia di Giuliano hanno scoperto  che una struttura alberghiera veniva trasformata in “casa chiusa”. In arresto Marco Esposito, 41 anni, con Antonio Esposito, 63 anni. Entrambi accusati in concorso di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Dalle indagini infatti è stato accertato che i due, proprietari di una struttura alberghiera giá sottoposta a sequestro penale nel 2010 dalla Guardia di Finanza, avevano adibito la stessa a casa di appuntamento. Nell’albergo c’erano prostitute di varia nazionalità che si avvicendavano in turni per i loro clienti. La struttura è stata risottoposta a sequestro e i titolari denunciati anche per violazione di sigilli. 


ULTIME NEWS