L’intelligence italiana parla dei rischi per il nostro Paese

L’intelligence italiana parla dei rischi per il nostro Paese

L'intelligence italiana parla dei rischi per il nostro Paese

Il rischio di un attentato anche in Italia è e resta alto, ma al momento non ci sono allarmi specifici o segnali concreti di un’azione imminente. E’ quanto ribadiscono fonti d’intelligence dopo gli attacchi a Bruxelles. In questi mesi e anche negli ultimi giorni con l’avvicinarsi di Pasqua, sottolineano le fonti, sono state ripetute le minacce nei confronti del nostro paese, ma tutte generiche e nessuna circostanziata. Né dai servizi d’intelligence alleati, che pure hanno inviato diverse informative, sono arrivate indicazioni concrete con nomi, luoghi o situazioni da monitorare con particolare attenzione. Il rischio che i terroristi possano colpite anche in Italia resta comunque “elevato” ed è per questo che sono state allertate tutte le prefetture e le questure con l’indicazione di rafforzare le misure di sicurezza e i controlli non solo agli aeroporti ma anche alle stazioni ferroviarie e della metropolitana e in tutti i luoghi considerati a rischio.


ULTIME NEWS