Affare sorveglianza a Scafati, il capo dei vigili urbani dal pool prefettizio

Affare sorveglianza a Scafati, il capo dei vigili urbani dal pool prefettizio

Commissione, sentito D'Ambruoso

SCAFATI – I giorni di passione al Comune di Scafati non termineranno dopo le festività pasquali. La Commissione d’Accesso agli atti, coordinata dal vice-prefetto Vincenzo Amendola, alla ripresa delle attività, prevista per martedì, continuerà i colloqui con i dirigenti dell’ente per capire nel dettaglio la situazione appalti in attesa dei due dossier chiesti alla segretaria generale Immacolata Di Saia per capire come funziona la macchina amministrativa. E in agenda il primo appuntamento è fissato presso il comando dei vigili urbani di via Pietro Melchiade, dove il pool di esperti nominato dal prefetto Salvatore Malfi ascolterà il maggiore Alfredo D’Ambruoso, comandante dei caschi bianchi scafatesi. A lui la Commissione d’Accesso chiederà conto in merito alle delibere riguardanti gli appalti di videosorveglianza e guardiania, filoni su cui la Procura Antimafia di Salerno, su disposizione del pubblico ministero Vincenzo Montemurro, sta lavorando minuziosamente da tempo dopo i controlli attuati negli ultimi mesi presso il Comando. 

+++ TUTTI I DETTAGLI SUL QUOTIDIANO METROPOLIS OGGI IN EDICOLA +++


ULTIME NEWS