Vico Equense, stretta sulla “movida fracassona”

Vico Equense, stretta sulla “movida fracassona”

Vico Equense, stretta sulla "movida fracassona"

Una stretta urgente sulla “movida fracassona”, che toglie il sonno ai residenti del centro e del litorale e che talvolta vede pure i gestori dei locali finire a processo con l’accusa di schiamazzi. E’ quella che il Comune di Vico Equense vuole imprimere alla vigilia dell’ennesima stagione turistica da sballo con numeri di arrivi e presenze dei turisti in continua ascesa. Un giro virtuoso che porta bar, ristoranti, pub e ovviamente anche discoteche a lanciare sul tavolo delle proposte serate ad hoc, ricercate, con la musica ad alto volume. Anche troppo. Ecco perché, dopo mesi di sanzioni, controlli e indagini, si profila all’orizzonte un regolamento acustico ad hoc per i locali. L’obiettivo è quello di trovare un punto di incontro tra il piano comunale di zonazione acustica, le “necessità rumorose” dei locali e le normative statali e regionali. I controlli saranno svolti – come è prassi – dagli agenti della polizia municipale e si pensa anche all’istituzione di una sorta di “pool” anti-schiamazzi. Ed è qui che spunta l’esperto, quello ingaggiato dal Comune su input della giunta.


ULTIME NEWS