Torre Annunziata. Spari al Penniniello

Torre Annunziata. Spari al Penniniello

Spari al Penniniello

Tre colpi. Tre «botte» contro un cancello rosso nel rione Penniniello. All’isolato 10 si fa appena in tempo a rimuovere le carcasse delle auto incendiate martedì notte e spazzare via la cenere di quel che resta delle macchine, cercando anche di smacchiare il pavimento nero fumo che si ricomincia. E’ una battaglia con armi pari ma dove a fare fuoco sono sempre loro, i baby rampolli figli di una camorra spaccona, partiti dal mito di Fortapasc ma cresciuti con Gomorra e falsi idoli. E mentre c’è chi prova a chiedersi se questi abbiano visto il finale del film, si ritorna a fare i conti con un nuovo raid. Una sparatoria, una classica «stesa». Spari alla rinfusa, contro un obiettivo non ancora chiaro ma concentrato nel rione Penniniello e nel dettaglio tra l’isolato 10 e 11. A pochi metri da dove sono state incendiate due autovetture ad esponenti della famiglia Gallo.

+++ L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA ++++


ULTIME NEWS