Torre Annunziata, ancora auto in fiamme: l’ombra dei baby boss

Torre Annunziata, ancora auto in fiamme: l’ombra dei baby boss

Torre Annunziata, 7 auto in fiamme in pochi giorni: l'ombra dei baby boss

Sette auto incendiate in quindici giorni. L’ultima, la scorsa notte. Un nuovo raid. Altra zona della città e questa volta in un quartiere completamente opposto al degrado e al male affare. Eppure, l’ipotesi che anche questa volta ci sia l’ombra della regia dei baby boss è per ora l’unica pista che seguono in queste ore i carabinieri che sono intervenuti sul luogo del raid, un episodio che si aggiunge a quelli precedenti e che continua ad alimentare un clima di paura in città. Tutto è andato in scena la scorsa notte. E’ da poco passata la mezzanotte quando in via Piombiera, all’interno di un  giardino privato di un condominio una Polo di colore grigio, di proprietà di un 56enne di Torre Annunziata,  è stata data a fuoco. Le fiamme sarebbero divampate all’interno dell’abitacolo e dopoo aver divorato l’intera autovettura uno scoppio improvviso ha svegliato i condomini e lo stesso proprietario del mezzo. Sul posto sono piombati i carabinieri della stazione di Torre Annnziata (agli ordini del maresciallo Egidio Valcaccia) che hanno provato prima ad intervenire placando le fiamme con un estintore ma a domare l’incendio sono stati i vigili del fuoco del comando di Castellammare di Stabia. L’autovettura di proprietà di un comandante delle ferrovie è stata completamente distrutta. A presentare la denuncia è stata la moglie dell’uomo che ha dichiarato però di non avere mai ricevuto minacce e che l’ipotesi più accreditata che avrebbe portato alle fiamme sarebbe stata il mal funzionamento dell’antenna del Gps. Certo per ora tutte le ipotesi sono al vaglio degli investigatori ma la pista che non viene mollata è quella del raid dei baby boss messi a segno per marcare e segnare il territorio e il nuovo comando. Proprio in queste ore emerge la nuova compagine camorristica, un nuovo clan ribattezzato come «Nuovo Sistema» e guidato da un 17enne. Certo per ora tutte ipotesi ed indiscrezioni mentre il futuro di Torre Annunziata ritorna a dipingersi come incubo del passato. Nel frattempo rafforzati tutti i controlli in ttto il territorio con servizi straordinari di pattugliamento.


ULTIME NEWS