Scafati, sospetti sul bando di mobilità

Scafati, sospetti sul bando di mobilità

Scafati, sospetti sul bando di mobilità

SCAFATI – Un bando di mobilità interregionale al vaglio di Commissione d’Accesso e Procura Antimafia. A Scafati l’inchiesta, dopo oltre sei mesi dal primo blitz in Comune, è entrata nel vivo e adesso si sta accertando l’accusa più importante: quella del voto di scambio. Gli atti passati al setaccio in queste settimane hanno portato a documenti ben precisi, tra cui quello della procedura rimasta inevasa dall’amministrazione comunale di Palazzo Mayer. L’avviso pubblico fu reso operativo la scorsa primavera, alla vigilia delle elezioni regionali che videro protagonista anche l’attuale consigliera regionale di Forza Italia, Monica Paolino. 

+++TUTTI I DETTAGLI SULL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS IN EDICOLA+++


ULTIME NEWS