Una denuncia per l’indagine al Ruggi

Una denuncia per l’indagine al Ruggi

La paziente rivelò le mazzette pagate per l'intervento

Ad incastrare il presunto gruppo di medici vampiri, il primario neurochirurgo dell’ospedal San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona Luciano Brigante, arrestato all’alba di martedì insieme al collega Gaetano Liberti e alla caposala Annarita Iannicelli, sono state le ultime dichiarazioni rese agli inquirenti da una paziente a fine maggio del 2015. Notizie che poi hanno chiuso la quadratura del cerchio intorno al professionista di Avellino e altri colleghi coinvolti. Soldi versati ma che il degente ha negato in quanto si «sentiva in debito con i medici perchè le avevano salvato la vita»

 

+++   IL SERVIZIO SUL QUOTIDIANO METROPOLIS OGGI IN EDICOLA  ++++

 


ULTIME NEWS