Caserta, mafia nigeriana: preso “Kelly” e “Blacky”, il boss che sfuggi all’arresto

Caserta, mafia nigeriana: preso “Kelly” e “Blacky”, il boss che sfuggi all’arresto

Caserta, mafia nigeriana: preso "Kelly" e "Blacky", il boss che sfuggi all'arresto

I Carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) hanno arrestato a Castel Volturno (Caserta) il 21enne cittadino ghanese Ameyaw Bismark , chiamato “Kelly” e “Blacky”, ritenuto tra i capi del cosiddetto “gruppo dell’eye”, organizzazione criminale africana che sul litorale domizio controlla i business illeciti dello spaccio di droga e della prostituzione.  Il gruppo, attivo anche nel racket delle estorsioni verso i commercianti africani di Castel Volturno, fu smantellato il 5 aprile scorso con oltre 15 arresti nell’ambito dell’inchiesta della Dda di Napoli, ma in quella circostanza Ameyaw Bismark risultò irreperibile. Oggi è stato stanato dai carabinieri
guidati dal capitano Franco Macera in un’abitazione di conoscenti nel quartiere Destra Volturno. Il 21enne, è emerso,  aveva un proprio piccolo gruppo denominato “Azonto Street”, vero terrore per gli africani di Castel Volturno, ritenuto responsabile delle rapine e dei raid punitivi più violenti contestati dagli inquirenti. 


ULTIME NEWS