Fonderie Pisano, faccia a faccia sindaco-attivisti

Fonderie Pisano, faccia a faccia sindaco-attivisti

Il confronto

Fonderie Pisano, dopo l’ok della Regione Campania alla delocalizzazione dello storico opificio di via Dei Greci, attivisti e residenti incalzano il sindaco Enzo Napoli. Ieri un gruppo di manifestanti ha bloccato il primo cittadino di Salerno al Teatro Augusteo, dove aveva preso parte a un’iniziativa di politica economica, per fare luce sul caso dell’autorizzazione anti-incendio. «L’azienda non è in regola, e il Prefetto può chiuderla. Perché voi non intervenite?», ha spiegato Anna Nisivoccia, attivista del Movimento 5 Stelle. Una richiesta non evasa da Napoli che però ha preso tempo prima di decidere definitivamente sulla questione. «Mi informerò e vi farò sapere», ha detto il primo cittadino. A glissare invece le polemiche è stato Gerardo Calabrese. L’assessore all’Ambiente di Palazzo Guerra che ieri ha aperto ufficialmente la sua campagna elettorale è riuscito a evitare i contestatori al centro sociale di Pastena. Ma la partita resta aperta.

+++ TUTTI I DETTAGLI SULL’EDIZIONE DI METROPOLIS IN EDICOLA OGGI +++  


ULTIME NEWS