Attentati a Kabul, la minaccia dei Talebani: «E’ solo l’inizio»

Attentati a Kabul, la minaccia dei Talebani: «E’ solo l’inizio»

Offensiva di primavera dei Talebani

L’attentato kamikaze a Kabul rientra nell’offensiva di primavera lanciata dai Talebani esattamente una settimana fa. E’ infatti scattata alle 5 del mattino locali (le 2:30 in Italia) del 12 aprile la nuova offensiva talebana in Afghanistan. Ad annunciarlo era stato il consiglio direttivo degli insorti con una nota pubblicata sul sito ‘Islamic Emirate of Afghanistan’.

La nuova offensiva, si legge nel comunicato, si terrà in onore del mullah Omar, il defunto leader talebano, sotto la cui leadership – hanno sottolineato gli insorti – “venne pacificato il 95% del territorio della nostra nazione da malvagità, corruzione e oppressione”.

“Con l’avvento della primavera è di nuovo tempo per noi di rinnovare la nostra determinazione al jihad”, prosegue la nota, nella quale si chiarisce che l’obiettivo dei Talebani è la “sconfitta incondizionata e il ritiro degli invasori stranieri e dei loro servitori interni” dall’Afghanistan.

La nuova offensiva annuale dei Talebani – hanno sostenuto gli insorti – vedrà “attacchi su larga scala contro le posizioni dei nemici nel Paese”, ma anche operazioni di “martirio” e omicidi dei “comandanti nemici nei centri urbani”. Lo scopo è “far impantanare il nemico in una guerra di attrito che abbassi il morale degli invasori stranieri e delle loro milizie armate”.


ULTIME NEWS