Boscoreale, truffa ai danni di Poste Italiane: licenziato il consigliere Vaiano

Boscoreale, truffa ai danni di Poste Italiane: licenziato il consigliere Vaiano

Boscoreale, truffa ai danni di Poste Italiane: licenziato il consigliere Vaiano

Sono accusati di aver commesso una serie di irregolarità ai danni delle Poste. Per tale motivo due dipendenti dello sportello centrale di piazza Vargas sono stati licenziati dalla società di telecomunicazioni. Una notizia che sta facendo scalpore negli ultimi giorni a Boscoreale, se non altro perché si tratta di due volti molto noti nell’hinterland boschese-vesuviano. Nel mirino delle Poste, infatti, sono finiti Antonio Vaiano e Pasquale Acanfora. Vaiano è conosciuti da tutti per il suo ruolo di consigliere nel Comune di Terzigno mentre Acanfora, fino a qualche mese fa, gestiva la scuola calcio dell’Asd Boschese. 

Alla base del licenziamento, ci sarebbero operazioni anomale che i due dipendenti dell’ufficio postale avrebbero effettuato nell’esercizio delle loro funzioni. Entrambi, addetti allo sportello, erano a diretto contatto con il pubblico. E proprio su alcune operazioni postali che l’azienda di telecomunicazioni ha scoperto irregolarità riconducibili agli impiegati licenziati.


ULTIME NEWS