Poggiomarino, truffa alle nonnine: ecco l’identikit del finto promoter

Poggiomarino, truffa alle nonnine: ecco l’identikit del finto promoter

Poggiomarino, truffa alle nonnine: ecco l'identikit del finto promoter

Le seguono fino a casa, magari mentre rientrano dopo aver fatto la spesa. E, mentre stanno per rincasare, scatta il piano. «Signora, il vostro contratto della luce non è troppo conveniente. Ascoltatemi che già oggi possiamo risolvere la questione, la nostra ditta ve ne offre uno a basso costo. Basta firmare ora». Peccato che dietro quelle bella parole e il volto di un uomo sulla trentina si nasconda un truffatore in pieno stile. Si aggira per le strade del centro l’uomo che avrebbe incastrato due anziane con la scusa dei contratti per la nuova azienda elettrica. Entrambe avrebbero consegnato denaro in contanti a quel signore con la faccia pulita, dal tono sicuro e vestito in maniera elegante.
In città si è scatenata una vera e propria caccia all’uomo, per evitare che possa raggirare altre malcapitate nonnine. Con l’identikit del finto promoter, finito nel mirino dei poggiomarinesi, che fa il giro anche dei social: trent’anni bella presenza, alto 175 e con in mano una valigetta nera. In città è scattato l’allarme sicurezza. Già nelle scorse settimane la città di Poggiomarino è stata al centro di due tentativi di truffa ai danni di due donne anziane. Per fortuna gli ultimi assalti non hanno però portato ad alcuna “vittima” grazie all’intervento dei carabinieri che sono riusciti ad evitare guai peggiori alle malcapitate nonnine. Ad accorgersi che stavano per finire nelle mani dei banditi una donna che soffre di disturbi cardiopatici e l’altra con problemi di cecità.
I militari dell’Arma, nel corso delle settimane, continuano a spargere la voce delle truffa ed a chiedere di denunciare immediatamente queste telefonate, chiamate che nel 99,9% dei casi nascondono una truffa.
Dal canto loro i residenti provano a difendersi con le “armi” in loro possesso. Al di là delle denunce presentate nei mesi alla locale tenenza dei carabinieri, è cominciato il tam tam via internet tra amici e parenti. 

 


ULTIME NEWS