Castellammare. I pitbull della camorra: un affare da 1000 euro

Castellammare. I pitbull della camorra: un affare da 1000 euro

I pitbull della camorra: un affare da 1000 euro

Combattimenti clandestini di cani al confine tra Castellammare di Stabia e Torre Annunziata. Torna l’incubo di un giro di scommesse fuorilegge su animali che si danno battaglia, all’ultimo sangue. Nelle settimane scorse le forze dell’ordine hanno trovato proprio al confine tra le due città alcuni pitbull feriti che si reggevano in piedi a fatica. Sul collo, in particolare, avevano i segni dei morsi subiti probabilmente dall’avversario, mentre muso e altre parti del corpo erano completamente insanguinate. Cinque sono stati ritrovati tra via Schito e via Ripuaria a Castellammare, altri sette invece sono stati recuperati tra il rione Provolera e via Settetermini a Torre Annunziata. Oltre a cucciolo morto. Tutti i cani ritrovati sono appartenenti alla razza Dogo argentino e non microchippati, come invece prevede la legge.

L’ipotesi, dunque, è quello di un giro di scommesse clandestino sui combattimenti dei cani. Gli incontri, stando anche ad alcune segnalazioni giunte alle forze dell’ordine si terrebbero proprio in alcuni terreni alla periferia di Castellammare, in particolare tra il rione Annunziatella e Ponte Persica, e in un terreno nell’area ex Italtubi a Torre Annunziata. L’Adda di Castellammare, qualche settimana fa, parlò anche di combattimenti sui boschi di Quisisana e nei pressi della villa comunale. 

+++TUTTI I DETTAGLI IN EDICOLA OGGI SU METROPOLIS QUOTIDIANO+++

 


ULTIME NEWS