Internet Day: scontri tra i manifestanti a Pisa

Internet Day: scontri tra i manifestanti a Pisa

scontri all'internet day

Tensioni a Pisa dove oggi si svolgono le celebrazioni dell’Italian Internet Day. Durante le contestazioni ci sono stati scontri tra i manifestanti e la polizia.

Alcuni dimostranti dell’area antagonista, che hanno sfilato in corteo contro il governo, hanno lanciato oggetti contro le forze dell’ordine in tenuta antisommossa che hanno reagito con una carica. Al corteo, promosso da centri sociali, studenti, sindacati di base, ha aderito anche l’associazione vittime del salva banche.

Circa un migliaio di manifestanti, partiti dal centro di Pisa, hanno raggiunto stamani la sede del Cnr. Il corteo era stato indetto da varie sigle giorni fa quando inizialmente era stata prevista per oggi la presenza del premier Matteo Renzi per celebrare i 30 anni della prima connessione italiana a internet. Poi Renzi, per impegni a Roma, si è collegato in video con la sede del Cnr pisano.

Alcune decine di manifestanti, appartenenti all’area antagonista, si sono avvicinati al cordone di poliziotti schierati a protezione della sede del Cnr. Gli agenti hanno allontanato i dimostranti con cariche di alleggerimento. Nei tafferugli ci sarebbero almeno due contusi tra i manifestanti e uno tra le forze dell’ordine. Un gruppo di giovani ha reagito lanciando oggetti e ortaggi. La situazione è poi tornata alla normalità.

“Mi spiace per gli scontri registrati questa mattina, sono abbastanza incomprensibili”, ha detto il premier Matteo Renzi, in collegamento con la cerimonia a Pisa. “Stiamo discutendo di come Internet possa aiutare il Paese a creare democrazia, partecipazione, posti di lavoro. E’ una di quelle cose su cui non ha senso litigare, anzi”, ha aggiunto.


ULTIME NEWS