Mazzette all’ospedale di Salerno, niente sconti ai medici

Mazzette all’ospedale di Salerno, niente sconti ai medici

Mazzette al Ruggi, niente sconti ai medici

SALERNO – Parte dell’inchiesta sulle mazzette a Neurochirurgia del Ruggi sarà di competenza del Tribunale di Pisa dove- per due capi di imputazione- sono indagati il primario Luciano Brigante, la caposala Annarita Iannicelli, il neurochirurgo toscano Gaetano Liberti e il giapponese Fukushima. Per quanto riguarda i presunti reati consumati al nosocomio di via San Leonardo se ne occuperà la magistratura di Salerno. Accolta, quindi,  dai giudici del Riesame (presidente Di Florio, a latere Giuliano Rulli e Dolores Zarone) l’eccezione sulla competenza territoriale sollevata dagli avvocati di Luciano Brigante, Villani del foro di Avellino e Paolo Carbone, in quanto l’origine dell’accusa nasce nella clinica di San Rossore in provincia di Pisa. 

+++TUTTI I DETTAGLI NELL’EDIZIONE ODIERNA DI METROPOLIS IN EDICOLA+++


ULTIME NEWS