De Laurentiis: “Sono soddisfatto ma non ci accontenteremo. Voglio un centro per la Primavera a Bagnoli. Ho fiducia in Renzi”

De Laurentiis: “Sono soddisfatto ma non ci accontenteremo. Voglio un centro per la Primavera a Bagnoli. Ho fiducia in Renzi”

I progetti di Adl

Il presidente del Napoli parla della partita degli azzurri ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, la radio ufficiale della società e si mostra contento per la prestazione della squadra di Sarri: “Ieri sera abbiamo ottenuto una vittoria importante considerando il peso di queste ultime partite. Dobbiamo ancora due gare per ottenere la Champions diretta.
Nella prima parte della stagione noi eravamo primi poi abbiamo fatto lo stesso numero di punti, c’è stato qualcuno che ha fatto una rimonta straordinara. Noi in termini di punteggi e di gol siamo stati costanti. Anche l’anno scorso abbiamo segnato tanto.Il risultato di Higuaìn è strepistoso e poi c’è grande sintonia con Hamsik. Sono soddisfatto ma non posso convincere chi non lo è. Noi, comunque, non dobbiamo essere mai sazi, non dobbiamo accontentarci”.
De Laurentiis si avventura poi in discorsi di natura politica cercando di chiarire la sua posizione:”Credo molto in Renzi. La sua attenzione verso il Sud è importante. Stimo molto D’Amato però non sono d’accordo con lui quando dice che c’è la fuga degli industriali da Napoli.
A Napoli si è fatto molto poco. Dunque Napoli è un Eldorado. Chi ha voglia di investire troverà delle pepite d’oro. Mi auguro che Renzi trovi il modo per defiscalizzare gli investimenti al Sud. Una volta fatto questo sarò io stesso ad investire in città. Ad esempio, una volta bonificata, Bagnoli potrebbe ospitare un centro per il Napoli giovanile con ragazzi che arrivano da tutta la Campania”.
Il presidente chiude affrontanto la spinosa questione dello stadio di Fuorigrotta: “Secondo me prima di ottobre non partiranno i lavori al San Paolo. Stimo de Magistris ma bisogna far presto.
Milano, Roma e Napoli sono città chiave perl’Italia. Renzi dovrebbe scegliere tre manager, uno per ognuna di queste città che abbia il potere assoluto per aiutare i tre sindaci a ripartire sul recupero del tempo perduto. 
Vorrei che affidassero qualcosa a me per i lavori dello stadio in modo da non fare brutta figura”.


ULTIME NEWS